Se la prostituta porta via lo sperma del rapporto

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico
Gentilissimi professionisti, io ho questo dubbio che mi assila: intorno al 2002 frequentavo una prostituta molto bella. Non essendo sposato  avevo rapporti con lei sempre in vagina con il preservativo. Il dubbio che mi tormenta è questo: io venivo regolarmente senza problemi e alla fine nel togliere il preservativo la signora (e questo lo faceva sempre) con cura chiudeva lo richiudeva e lo depositava nella sua borsetta. Sono passati anni, ma ci penso sempre….che la cara prostituta si vendesse il mio sperma? Come posso io verificare? Vi è qui a roma dove risiedo un centro per capire ,verificare  il mio sperma dove è finito? Grazie e sarei grado di una risposta”.

 

Specializzazione Andrologia
Tipo di Problema prostituta raccoglie e vende sperma dei clienti?

 

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, andrologo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo. Per contatti diretti Email: [email protected] cell. 3458092414. Riceve a Pompei (Na), in Via Roma,81.

 

 “Salve, le dico che prima cosa è impossibile verificarlo poichè non esistono banche del seme in Italia e il prelievo non è stato consensiente e quindi senza rilascio di dati.  Però le posso dire che lo sperma affinchè rimanga intatto deve essere consegnato in laboratorio e messo in azoto liquido entro 30 minuti dalla produzione quindi per esempio se era sera dubito che andava in un laboratorio. Magari era solo amante della raccolta differenziata oppure feticista. Cordiali saluti”.

 

>> Leggi qui tutte le risposte del Dottor Mario Francesco Iasevoli

 

Se avete altre domande da porre ai nostri specialisti visitate la pagina specifica “Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive”.

Vi ricordiamo che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

Photo Credits | wavebreakmedia / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>