Varicocele e problemi di erezione, che fare

di Valentina Cervelli 1

varicocele problemi erezione che fare

Il varicocele maschile è una patologia che comporta la dilatazione delle vene nello scroto rendendo difficile l’ossigenazione del sangue venoso che affluisce nell’organo e talvolta comportando problemi di erezione. Che fare per risolvere il problema?

Varicocele e problemi di erezione, cosa succede

Anatomicamente parlando, il sangue affluisce allo scroto attraverso l’arteria testicolare, situata all’interno dell’addome. Il passaggio avviene attraverso una fitta rete di vene, le stesse che fanno in modo di riportare poi il sangue verso l’arteria e da lì al cuore. Quando le vene si dilatano e si sviluppa una condizione di varicocele vi è la possibilità (non sempre è così, va sottolineato, N.d.R.) che l’uomo presenti dei problemi di erezione causati dalla dolore provocato dalla pressione del sangue nelle vene dilatate.

In questo caso le problematiche direttamente collegate alla sfera intima maschile possono essere differenti, come la perdita di erezione durante un rapporto o la debolezza della stessa. Episodi spesso aggravati dallo stato di ansia che si instaura nei pazienti, i quali vedono lesa la propria mascolinità e la capacità di avere un incontro sessuale. A seconda della gravità del varicocele vi è ovviamente un impatto maggiore sullo scroto e sulla capacità del pene di ergersi normalmente come soleva fare prima della comparsa della patologia.

Ma attenzione, questa correlazione “causa-effetto” non è così diretta come possa sembrare ad un primo sguardo. Anzi, di norma gli specialisti tendono a voler approfondire in modo molto serio la motivazione posta dietro ad una erezione debole o alla perdita della stessa in concomitanza con una diagnosi di varicocele. Questo perché vi sono maggiori possibilità che vi siano delle conseguenze sull’erezione se non si rispetta una seria tabella di marcia nella convalescenza dall’operazione di varicocele piuttosto che come “effetti collaterali” causati dalla malattia.

Varicocele e problemi di erezione, operazione e convalescenza

Come vi abbiamo anticipato sebbene vi siano possibilità che il varicocele apporti qualche problema di erezione o tenuta della stessa, è più facile che tali episodi si presentino una volta operati. Ricordate però che quasi mai si tratta di una conseguenza della procedura chirurgica. Di solito le cause sono strettamente legate ad una scarsa attinenza del comportamento dei pazienti ai consigli del medico nel momento della convalescenza. Ed in particolare a quello relativo all’attesa di almeno 20 giorni prima di una eventuale masturbazione o rapporto sessuale.

Non dobbiamo dimenticare che parliamo di parti anatomicamente delicate, sottoposte ad uno stress incredibile da parte della patologia prima e dell’intervento poi. La vascolarizzazione della zona deve ripristinarsi in maniera adeguata e la persona non deve sentire dolore mentre si dedica a tali attività. Riprendere l’utilizzo dell’organo per fini ludici o riproduttivi prima del momento giusto non solo può portare a provare un forte dolore  ma può compromettere, anche a livello psicologico, la capacità di avere una erezione. Alcuni pazienti hanno lamentato anche una certa perdita di sensibilità, ma si tratta di casi isolati, dovuti a fattori non comuni alla tipologia di operazione diffusa per la risoluzione del problema.

Varicocele e problemi di erezione, la cura

Se si soffre di varicocele e si incomincia a soffrire di problemi di erezione la prima cosa da fare è non entrare nel panico, parlarne con la propria metà e rivolgersi ad uno specialista. Non temete di rivolgervi all’andrologo. E’ l’unica persona che attraverso degli esami specifici (volti a verificare tra l’altro la vostra fertilità come nel caso dello spermiogramma, N.d.R.) e la sua conoscenza anatomica del corpo umano può aiutarvi a comprendere a cosa siano dovuti questi problemi di erezione. A seconda della causa degli stessi potrà infatti consigliarvi il giusto metodo di azione per affrontarli. Non abbiate paura di affrontare l’operazione se il vostro specialista lo reputerà necessario. E’ importante far si che la vascolarizzazione dello scroto non presenti problemi se volete avere una vita sessuale il più possibile tranquilla e soddisfacente.

Photo Credit | Thinkstock