Bono Vox soffre di glaucoma

di Valentina Cervelli Commenta

Bono Vox soffre di glaucoma. E’ per questo e non per un vezzo da star che in ogni occasione, anche al chiuso, lo vediamo indossare degli occhiali da sole di diversa foggia. Essi servono a proteggere i suoi occhi. Scopriamo perché.

 

Il glaucoma è una malattia che colpisce il nervo ottico. Essa è caratterizzata da un continuo aumento della pressione intraoculare causato da un ostacolo al deflusso dell’umor acqueo. Lo stesso continua ad accumularsi aumentando per l’appunto la spinta sul nervo fino ad arrivare a comprimerlo. Quando questo avviene si crea una lesione che altera il campo visivo della persona che man mano si restringe fino a scomparire nei casi più gravi e non trattati. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità il glaucoma è una delle patologie visive più comuni che colpiscono l’uomo e forse una delle meno “rumorose”: i suoi sintomi rimangono silenti a lungo. Onde evitare quindi conseguenze devastanti, soprattutto dopo i 40 anni è consigliato sottoporsi a dei controlli periodici al fine di ottenere, se necessario, una diagnosi precoce.

Diabete, ipertensione, traumi oculari e uso sul lungo periodo di farmaci a base di cortisone sono dei fattori di rischio che non possono essere ignorati: anche in presenza di queste occorrenze è necessario effettuare dei controlli abbastanza frequenti. La necessità di utilizzare degli occhiali da sole nasce dal bisogno di proteggere gli occhi sia da eventuali piccoli traumi che possono occorrere, sia di aiutare la persona a mantenere una visione corretta a prescindere da un nervo ottico sovraccaricato a causa della pressione intraoculare.

Bono Vox, così come altri 55 milioni di pazienti in tutto il mondo è al momento sotto cura per risolvere questa condizione o per lo meno ottenere dei peggioramenti. Le strade sono due: terapia farmacologica a base di colliri o farmaci per via orale per drenare l’eccesso di umor acqueo che comprime il nervo un intervento oculistico da eseguire con il laser.

Se anche quest’ultimo non dovesse funzionare, la chirurgia può venire in soccorso con l’iredectomia per il glaucoma acuto (asportazione di parte dell’iride) o con la trabeculectomia, che crea un nuovo canale di drenaggio dell’occhio e che è indicata per chi soffre di glaucoma cronico. Secondo voi a quale stadio della malattia si trova Bono Vox?

Photo Credit | Wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>