Perde la gamba per colpa di un assorbente interno

di Valentina Cervelli Commenta

Perdere una gamba a causa di un assorbente interno. E’ la storia di Lauren Wasser, una giovane modella di Los Angeles, che come molte altre persone non era al corrente degli effetti collaterali che uno strumento utile come questo può presentare in rari casi.

Lo shock tossico non è infatti una conseguenza conosciuta dell’uso degli assorbenti interni. Si tratta di casi rarissimi, di persone dotate di una certa sensibilità fisiologica ad alcune sostanze e per questo motivo, proprio per la sua incidenza bassissima, non indicati sulle confezioni come possibile effetto collaterale.

A 24 anni Lauren è cosciente di una cosa: non vuole che altre donne debbano passare quello che ha passato lei per via di un tampone intimo. Questa triste storia, così come raccontata da Vice, ha avuto inizio nel primi giorni di ottobre del 2012: la ragazza compra in farmacia degli assorbenti interni della Kotec Natural Balance, la sua marca preferita. Li utilizza normalmente, e non avverte nulla di strano, tranne che una certa stanchezza. Si mette a letto e quando si risveglia ha la febbre altissima, a tal punto da necessitare un ricovero in ospedale.

I medici si rendo immediatamente conto che la giovane sta sperimentando un’insufficienza multiorgano e che sta avendo un attacco di cuore per via di una brutta infezione: una volta analizzato il tampone, per loro è facile capire che la ragazza è affetta da sindrome da shock tossico. Essa a livello medico è una complicazione causata un batterio, molto spesso lo Staphylococcus aureus. In base ad una ricerca condotta dagli scienziati di Yale e pubblicata sulla rivista di settore Journal of Biology and Medicine, la carbossimetilcellulosa contenuta in tamponi interni superassorbenti è in grado di favorire la coltura di questo tipo di agente patogeno di cui almeno il 20% della popolazione mondiale è “portatrice sana”.

Ecco che quello di Lauren si è rivelato essere un caso sfortunato e grave. Per curarla hanno dovuto indurle il coma e d amputare la gamba ormai in cancrena. Ora a 27 anni la modella ha intenzione di lavorare per sottolinare l’importanza della prevenzione e della scelta di materiali adatti per la produzione di prodotti che possono influenzare la salute delle persone.

Screenshot | Vice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>