Insonnia, combatterla con succo di ciliegia

 
Valentina Cervelli
10 dicembre 2011
Commenta

succo di ciligia Insonnia, combatterla con succo di ciliegiaL’insonnia è un disturbo che con il passare degli anni sta colpendo un numero sempre maggiore di persone. Sono molti i rimedi o supposti tali, sia naturali che farmacologici che il mercato mette a disposizione. La ricerca medica non sottovaluta il problema, concentrandosi nella ricerca di soluzioni sempre nuove ed il più possibile prive di rischi. Tra di esse è recentemente emersa quella del succo di ciliegia e della sua capacità di alzare i livelli di melatonina.

Secondo uno studio recentemente condotto il succo di ciliegia rappresenterebbe un valido aiuto per dormire di più per chi soffre di insonnia. Bere due bicchieri al giorno di succo di ciliegia aiuterebbe non solo a dormire meglio ma anche a migliorare sensibilmente il recupero della condizione fisica in caso di infortuni che colpiscono il tessuto muscolare ed il superamento del jet leg tipico dei viaggi in aereo e del cambio di fuso orario.

A provare la validità di questo elemento ci ha pensato una ricerca condotta dagli scienziati della School of Life Sciences della Nurthumbria University  del Regno Unito, secondo i quali il succo estratto da questi piccoli frutti darebbe modo di innalzare in modo tangibile i livelli di melatonina, ormone che regola il sonno nell’organismo,  regalando un allungamento del sonno quantificabile in almeno 39 minuti.

Ma attenzione: secondo la ricerca, affinché il succo di ciliegia faccia effetto, è necessario che venga assunta senza alcuna aggiunta. Ricapitolando, due bicchieri al giorno, senza zucchero fanno guadagnare più di mezzora di sonno. Il campione preso in considerazione dallo studio, pubblicato su European Journal of Nutrition, è stata condotta su un campione di venti volontari sani ai quali è stato fatto assumere, sia prima di dormire che al risveglio, per sette giorni 30ml di succo di ciliegie, o un pezzo di torta farcito con la stessa qualità di succo o un placebo. In pratica uno studio randomizzato per verificare l’efficienza della sostanza rispetto alle ipotesi formulate dalla ricerca.

Dall’analisi dell’urina dei partecipanti è stato possibile evidenziare come chi aveva consumato il succo di ciliegia o la torta aveva archiviato un aumento del 15-16% della melatonina presente nelle urine rispetto a chi aveva assunto solo il placebo, la quale è corrisposta nella pratica a sonni più lunghi ed ad una migliore qualità del sonno.

Articoli Correlati:

Insonnia, la scheda

Insonnia, agopuntura meglio dei farmaci per combatterla

Fonte: EJON

Lista Commenti