Shopping come attività fisica e mentale allunga la vita agli over 65

di Paola 5

Lo shopping migliora il benessere psicologico e la salute fisica allungando la vita, almeno negli over 65. A dirlo è un recente studio pubblicato sulla rivista on-line di divulgazione scientifica Journal of Epidemiology Community Health. Ad effettuarlo un’équipe di ricercatori afferente all’Institute of Population Health Sciences di Taiwan.

Che lo shopping fosse d’aiuto per risollevare il morale ce ne eravamo accorti da tempo, così è per molti che lo usano come valvola di sfogo una tantum, per altri spinti dal desiderio di riempire un vuoto acquistando oggetti, resta la spiacevole sensazione della sconfitta ed il conto in rosso, ben magra consolazione a problemi psicologici e relazionali che non possono certo essere risolti con acquisti folli.

Tornando alla ricerca, gli uomini di mezza età che facevano acquisti ogni giorno vivevano più a lungo rispetto ai coetanei meno spendaccioni. Questo perché si cammina, si sta in compagnia e ci si mantiene mentalmente attivi. L’attività fisica regolare è importante sempre, e specie dopo una certa età fa la differenza nel mantenersi sani e lucidi. In totale è stato analizzato un campione di 2000 persone, tra uomini e donne over 65, ed i maggiori benefici si sono avuti per i maschi.

Esattamente si parla di un 27% di probabilità in meno di morire rispetto a chi faceva shopping di rado. Ma se il beneficio deriva dallo stare in compagnia e dal muoversi, non sarebbe meglio forse fare una passeggiata con degli amici nel verde piuttosto che spendere ogni giorno? A questa obiezione, che sorge spontanea contro quella che potrebbe sembrare una spinta al consumismo, i ricercatori rispondono che

rispetto ad altri tipi di attività fisiche, come lo sport, che normalmente richiede motivazione e una certa formazione, fare compere è più facile e si tratta anche di un’attività più semplice anche da mantenere nel tempo.

Semplice per chi è ricco…

Articoli correlati:

Fare shopping aiuta a mantenere la linea

Lo shopping compulsivo, che cos’è e come prevenirlo

Quando lo shopping diventa una droga

[Fonte: Journal of Epidemiology Community Health]

Commenti (5)

  1. Finitela con il consumismo,
    ha dietro l’angolo la morte. Non svilupperete insieme la civiltà consumistica e l’uomo, diverrà peggio la prima e perderà valore l’uomo..

    links per capire da dove proviene lo sviluppo del salvifico? consumismo

    il suo promotore, Edward Bernays http://mon-dart.blogspot.com/p/propaganda_09.html
    Macchine della felicità: 1 di 6: http://www.youtube.com/watch?v=ASSsBA22Gx4
    L’ingegneria del consenso: 1 di 6: http://www.youtube.com/watch?v=N3vAHoJk8H8

  2. ah,sì, sul consumismo la penso come te, tant’è che ho scritto: se non è lo shopping in sè a far bene bensì il fatto di camminare per fare compere, non sarebbe meglio uscire a fare due passi nel verde senza spendere un soldo? Il senso era quello, ma gli autori della ricerca sono convinti che fare attività fisica richieda una motivazione che fare shopping non richiede perché “è un’attività divertente”…

  3. gent.le Paola Pagliaro, mi scusi, purtroppo non avevo letto nello specifico la notizia riportata in questo sito, ho visto giorni fa la notizia su google e ho commentato, con URGENZA, il post sopra su diversi e tanti siti che, invece, credo, sono favorevoli a consumo, spesa, come cura (???) per le persone… (come dice lei, occorre avere i soldi però… per fare questa presunta cura) per capire un pò di consumismo occorre vedere come è stato impostato dal suo inizio, in verità è stato fatto per controllare le persone contro le degenerazioni che portarono al nazismo e alla 2a guerra mondiale, ma il controllo esiste oggi, sia per la produzione, e VENDITA, di beni, inutili, fatti credere essenziali per partecipare alla società, presunta, evoluta
    rimetto il link di sopra, riguardo al MANIPOLATORE DI CUI POCHI CONOSCONO e NON sanno l’influenza sulla società consumistica e l’economia… Edward Bernays (1891-1995):
    http://mon-dart.blogspot.com/p/propaganda_09.html
    e un altro: http://www.psicolinea.it/p_p/edward_bernays.htm
    infine questo
    http://www.legge-di-attrazione.net/eufficiale-le-persone-credono-quasi-a-tutto/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>