Stop agli alcolici: l’organismo reagisce così

di Valentina Cervelli Commenta

Come reagisce l’organismo se diciamo stop agli alcolici? Molte persone che dipendono da questa sostanza spesso impiegano anni per liberarsi da questo demone. Ma cosa accade fisiologicamente quando effettivamente si riesce a fare a meno dell’alcol?

Rispondiamo a questa domanda grazie ad uno studio condotto dal London’s Royal Free Hospital: un team di esperti ha analizzato un campione di 102 persone moderatamente bevitrici, valutando il loro stato di salute prima dell’inizio dell’astinenza di un mese dall’alcol e nel corso della stessa.

Colesterolo e peso

Uno dei primi dati saltati agli occhi degli scienziati è stato il calo del livello del colesterolo nel corso del mese di astinenza. Quelli che risultavano alterati, eliminando gli alcolici, sono tornati a valori considerabili normali. Anche il peso grazie all’astinenza da alcol è sceso. I volontari hanno perso tutti 1-2 chilogrammi di media. Senza cambiare le proprie abitudini alimentari, né facendo ulteriore esercizio fisico. E’ bastato smettere di bere per intaccare due dei maggiori fattori di rischio di patologie a carico del cuore.

Pressione sanguigna

Anche la pressione del sangue è scesa, eliminando dalle condizioni di salute dei partecipanti che ne soffrivano, una leggera ipertensione.

Rischio diabete

I volontari dello studio non solo hanno mostrato i benefici cambiamenti fin qui illustrati ma hanno potuto sperimentare anche un calo nei punteggi del test sull’insulino resistenza di circa il 25%, allontanando lo spettro dello sviluppo di diabete di tipo 2. Non si tratta di un risultato da sottovalutare. Ovviamente anche il fegato è risultato più sano grazie all’astensione.

Spiega il dottor Kevin Moore, coordinatore della ricerca:

I risultati ottenuti sono importanti. I forti bevitori sanno se sono fisicamente dipendenti. Se non bevono iniziamo a tremare e non riescono a controllarsi. Non sono in grado di smettere perché sanno che svilupperebbero una forte sintomatologia e necessiterebbero di aiuto medico.

In questo caso si è trattato di uno studio su persone prive di dipendenza reale. In caso di presenza della stessa, la ricerca inglese suggerisce di smettere ovviamente di bere per migliorare il proprio stato di salute. Ma anche di farlo con attenzione, affidandosi alle cure di persone esperte che in caso di necessità possano rendere possibile un’ospedalizzazione per condurre una disintossicazione in ambiente protetto.

Photo Credits | Icatnews / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>