Prolattina alta uomo, conseguenze

di Cinzia Iannaccio 0

Richiesta di Consulto Medico su prolattina alta uomo e conseguenze
Buonasera, sono in  cura per una depressione e dopo aver provato tanti antidepressivi ora con l’assunzione del Deniban va tutto bene. L’unico problema è che questo farmaco mi comporta l’aumento della prolattina (131 ng/mL). Quali disturbi può portare? Devo preoccuparmi? E cosa è possibile fare? Grazie

 

Specializzazione Endocrinologia e malattie metaboliche
Tipo di Problema Prolattina alta uomo, quali conseguenze può avere?

 

 

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, andrologo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo. Per appuntamenti Email: [email protected] Segreteria cell. 3458092414. Riceve a Pompei (Na), in Via Roma,81. Si prega di utilizzare il numero telefonico ESCLUSIVAMENTE per appuntamenti e non per richieste di ulteriori consulti.

 

Salve, la prolattina alta nell’uomo può avere le seguenti conseguenze: calo della libido, ginecomastia, aumento di peso, riduzione testosterone, riduzione della forza, stanchezza… se i sintomi risultano insopportabili si può pensare di iniziare terapia con cabergolina per abbassare i livelli di prolattina nel sangue. Cordiali saluti.

 

 

 

 

 

 

Leggi qui tutte le risposte del Dottor Mario Francesco Iasevoli

 

 

 

 

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post su argomenti simili:

Prolattina alta: sintomi e cure

Prolattina alta negli uomini

Prolattina e B-estradiolo alti, nell’uomo, quali cause e cosa fare: endocrinologo risponde

Curva prolattina valori normali e quando farla

Ipotiroidismo e prolattina alta, quale cura?

 

 

 

 

Per porre altri quesiti  medici potete visitare la nostra pagina “Chiedi all’esperto, Consulti online su Medicinalive” ed inviare la domanda attraverso il form specifico.

 

E’ però nostro dovere ricordare e sottolineare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

 

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>