Tachicardia e tsh basso, colpa dello stress?

di Cinzia Iannaccio Commenta


Richiesta di Consulto Medico
“Salve, sono un uomo di 42 anni, il mese di aprile scorso ho avuto il primo episodio di tpsv 200/220 BM durato circa 5 minuti, da quel giorno avverto continue extrasistole sia BEV che besv 1500 circa in 24ore da monitoraggio holter . Ad aprile il TSH era nella norma, adesso e 0,210 ( basso) la domanda é questa: possono cambiare i valori in un forte periodo di stress ed ansia? per poi ritornare normali? grazie.”


Specializzazione: Endocrinologia e malattie metaboliche
Tipo di Problema tachicardia extrasistolia nausea

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo. Email: [email protected] cell. 3458092414. Per leggere le sue precedenti risposte ed interviste: Dottor Mario Francesco Iasevoli.

 

“Non mi è molto chiara la domanda; i sintomi cardiaci rilevati e il Tsh leggermente basso sono solo minimamente correlati. Il suo problema è di natura cardiaca e quindi deve trattarlo in maniera specifica da uno specialista. I valori riscontrati di Tsh bisogna valutare a cosa siano dovuti. Potrebbe essere un’ interferenza farmacologica, oppure un nodulo iperproducente oppure un gozzo oppure una tiroidite cronica autoimmune. Le consiglio  di effettuare un ecocolordoppler della tiroide e del collo e dosaggio di abtpo e abtg. Con questi esami si rivolga ad uno specialista. Lo stress di certo aumenta le richieste metaboliche dell’organismo e quindi spinge la tiroide a produrre più ormoni e questo può far transitoriamente abbassare il TSh. La situazione va comunque approfondita e rivalutata a distanza di qualche mese. Cordiali saluti”

Se avete altri dubbi o domande da porre ai nostri esperti visitate la pagina dedicata all’invio dei quesiti Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive, ricordando quanto segue:

non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie. Medicinalive ed i medici coinvolti in questa rubrica propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>