Come preparare dei sali da bagno contro la stanchezza e le gambe gonfie

di Tippi Commenta

L’inverno è oramai alle porte e l’idea di un bel bagno caldo e rilassante, ammesso che abbiate una vasca, inizia a farvi gola. Cosa c’è di meglio per far scivolare via la stanchezza dopo una giornata stressante di lavoro? Inoltre, con i sali profumati, da preparare facilmente in casa e scelti in base alle nostre necessità, l’effetto sarà ancora più piacevole.

Ecco gli ingredienti principali:

  • 250 g di sale iodato o del Mar Morto
  • 15 gocce di olio essenziale della profumazione che desiderate
  • colorante alimentare a scelta
Per la preparazione, prendete il sale e unite le gocce di olio essenziale, aggiungendo qualche goccia di colorante. Mescolate energicamente fino a quando il composto non risulterà omogeneo. Prima che il composto sia pronto, occorre aspettare 24 ore in modo che si asciughi perfettamente.

Il sale è un ottimo emolliente, aiuta a levigare la pelle a dare sollievo alle gambe gonfie e favorisce l’espulsione delle tossine. Inoltre, il sale del Mar Morto, contengono minerali presenti nei fondali e alghe termo-minerali, che restituiscono tono ed elasticità alla pelle, che appare subito più luminosa e giovane, inoltre, rilassa le tensioni e l’affaticamento muscolare. Chi, ad esempio trascorre molte ore in piedi per motivi di lavoro, trarrà particolare beneficio dall’uso dei sali.

E’ importante scegliere con cura anche l’essenza profumata, poiché ognuna di loro, svolge una determinata funzione e in questo potete farvi consigliare dal vostro erborista. Chi soffre di gambe pesanti, ad esempio, può optare per la centella asiatica, contro lo stanchezza è ideale l’olio essenziale di arancio dolce, che stimola la ghiandola pineale che produce l’ormone della melatonina. Anche l’olio essenziale di menta ha un’azione defatigante e stimolante.

Un’idea simpatica, potrebbe essere quella di preparare tanti barattolini, magari decorati con delle etichette personalizzate fatte al computer, in base alla funzione specifica dell’essenza utilizzata. Da provare no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>