Digestione difficile e lenta: rimedi naturali o farmaci?

di Tippi 1

Molte persone soffrono di digestione difficile o lenta, ma non sempre i farmaci sono la strada migliore per risolvere il problema. La digestione è un fenomeno complesso, che coinvolge più organi dell’apparato digerente e che inizia subito dopo l’introduzione dei cibi.

I sintomi della digestione lenta sono: pesantezza, sonnolenza, gonfiore, mancanza di concentrazione, rallentamento dei riflessi e nervosismo. La maggior parte delle volte, dipende da un’errata assimilazione degli alimenti. Ad esempio, le proteine andrebbero consumate solo con le verdure fresche e non in abbinamento agli amidi come il pane, le patate o i cereali, mentre i lipidi, andrebbero abbinati esclusivamente ai carboidrati e non alle proteine. Un altro errore piuttosto comune è il consumo di frutta subito dopo pranzo, che andrebbe assolutamente evitato.

E’ buona regola, non esagerare con le fritture e le sostanze irritanti (alcol e caffeina). Inoltre, è opportuno masticare bene e lentamente, non solo per non sovraccaricare le zone successive del sistema digerente, ma anche per evitare l’entrata eccessiva di aria che può provocare aerofagia.

Rimedi naturali per combattere la digestione difficile

Tisana digestiva alla salvia, malva, biancospino e finocchio

Si prepara con 5 foglie di salvia, 10 grammi di malva secca (è equivalente a un cucchiaio), 10 grammi di biancospino e 5 grammi di semi di finocchio. In 100 ml di acqua bollente si aggiungono le erbe e si lascia in infusione per 10 minuti. Si filtra e si beve la tisana, preferibilmente senza aggiungere dolcificante.

Tisana di camomilla e tiglio

Chi invece, avverte dolori allo stomaco e alla pancia, oltre ad un generale senso di pesantezza, può optare per l’infuso di camomilla e tiglio. Si prepara con 5 grammi di fiori di camomilla secchi e 5 grammi di fiori di tiglio secchi. In 100 ml di acqua bollente, si aggiungono i fiori di camomilla e i fiori di tiglio. Si lascia in infusione per circa 5 minuti, si filtra con un colino e si beve, preferibilmente senza aggiungere dolcificante.

Carbone vegetale

Per evitare problemi di aerofagia e di flatulenze, il carbone vegetale è un ottimo rimedio naturale. Si trova facilmente in erboristeria, sotto forma di tavolette o di capsule.

Infuso di liquirizia e calendula

In caso di acidità di stomaco, è particolarmente indicata la tisana di liquirizia e calendula. Si prepara con 5gr di radice in polvere di liquirizia e 5 gr di calendula. In 250 ml di acqua, si fa bollire per 2-3 minuti la miscela. Si lascia riposare in infusione in un recipiente coperto, si filtra e si beve.

Articoli correlati:

Come associare i cibi per migliorare la digestione
Cattiva digestione: cause, sintomi e dieta
L’amaro a fine pasto non fa digerire e fa ingrassare

Commenti (1)

  1. Ciao, alla lista di rimedi di cui sopra aggiungerei l’aloe arborescens. Una pianta dalle moltissime proprietà curative, oltre che disintossicante, depurartiva e immunoregolatrice.

    Assumere il frullato delle foglie di aloe arborescens sembra aiutare molto mia madre con i suoi problemi di stitichezza, nel regolare le funzioni intestinali, dunque.

    Esistono alcune aziende in Italia che forniscono un preparato di foglie bio con l’aggiunta di miele e alcol per rendere più piacevole l’assunzione. Il sapore delle foglie è infatti a dir poco pessimo 😉

    Provare per credere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>