Bruciore di stomaco, cosa mangiare e cosa no

di Ma.Ma. Commenta

Quando si soffre di bruciore di stomaco ecco che occorre fare molta attenzione all’alimentazione, che riveste un ruolo davvero centrale: cosa mangiare e cosa no quando si è in presenza di questo disturbo per limitare i danni?

In linea generale è sempre bene evitare i cibi troppo piccanti che altro non fanno che gettare benzina sul fuoco. Quando si soffre di bruciore di stomaco, insomma, è sempre bene optare per una alimentazione non troppo speziata che tende dunque ad acuire i sintomi tipici di questo disturbo, fermo restando che una visita da un gastroenterologo è quello che serve tantissimo per avere un quadro preciso della situazione. Intanto vediamo cosa mangiare e cosa no in questi casi.

Cosa mangiare quando si ha bruciore di stomaco

Tra i cibi da mangiare con tranquillità ci sono quelli capaci di ridurre l’acidità dello stomaco che è una delle cause di chi soffre di bruciore. Tra i cibi indicati ci sono:

  • yogurt
  • patate
  • banane
  • mele
  • frette biscottate
  • pane
  • pasta
  • riso
  • verdura cotta
  • pesce magro (merluzzo, platessa, sogliola, nasello, per esempio)
  • carne magra (sempre cucinata senza tanti intingoli)

Sono questi alcuni degli alimenti più indicati da tenere in considerazione per contrastare i sintomi tipici del bruciore di stomaco in modo efficace.

7 SEMPLICI RIMEDI CONTRO IL BRUCIORE DI STOMACO (FOTO)

Cosa evitare

Ci sono però alcuni alimenti che risultano essere poco indicati quando si soffre di questo disturbo: si tratta per lo più di cibi speziati che aumentano la portata dei sintomi tipici del bruciore di stomaco aumentando dunque i fastidi legati a questo disturbo. Quali sono i cibi da evitare accuratamente in queste situazioni?

  • cibi fritti
  • cibi piccanti
  • insaccati
  • pomodori
  • arance
  • limoni
  • pesche
  • cipolla
  • aglio
  • crauti
  • panna
  • latte
  • caffè
  • cioccolato
  • vino
  • super alcolici

Evitando questi alimenti, soprattutto nel periodo di bruciore di stomaco intenso, si farà in modo e maniera di tenere sotto conrollo questo disturbo, contenendo la portata dei suoi sintomi.

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>