Celiachia, la quinoa un “cereale” sicuro?

di Valentina Cervelli Commenta

Un “non” cereale perfetto per chi soffre di celiachia in sostituzione del frumento? Ovviamente parliamo della quinoa, una pianta sottoposta recentemente ad uno studio approfondito per capire se pericolosa per coloro che sono intolleranti al glutine.

Il glutine, lo ricordiamo, è una proteina contenuta all’interno delle graminacee. La celiachia è una malattia autoimmune scatenata da questo protide che fa avvizzire i villi intestinali, procura forti dolori di stomaco e tutta una serie di sintomi correlati all’ingestione degli alimenti che contengono tale proteina. Sono attualmente circa 2mila i prodotti sul nostro mercato appositamente studiati per chi soffre di celiachia. Ma la mancanza di un “cereale” gustoso da consumare e privo di ripercussioni è molto sentita da coloro che sono malati e che non possono gustare pasta e pane dal sapore tradizionale.

La quinoa sembra rappresentare l’alternativa perfetta a livello organolettico e gli scienziati del King’s College di Londra hanno per questo voluto verificare la sua sicurezza. Questo “cereale” è davvero innocuo? Gli scienziati hanno preso i risultati di alcune ricerche preliminari precedentemente condotte in laboratorio che sconsigliavano in realtà il consumo della quinoa da parte dei pazienti affetti da celiachia. Ed hanno poi iniziato una sperimentazione specifica: hanno aggiunto ogni giorno circa 50 grammi di quinoa alla dieta 19 pazienti affetti da celiachia per un periodo totale di 6 settimane. Nessun divieto è stato posto nella ricetta voluta, tranne ovviamente il consumo di cibi con glutine e ad intervalli regolari la loro salute è stata testata con esami ai reni, sangue e fegato. I risultati pubblicati sulla rivista di settore The American Journal of Gastroenterology, hanno mostrato che i pazienti hanno ben tollerato l’aggiunga di questo alimento, anche se, come spiega il dottor Victor Zevallos, tra i firmatari dello studio:

E’ importante notare che ulteriori studi sono necessari per determinare gli effetti a lungo termine del consumo di quinoa nelle persone affette da malattia celiaca. I dati clinici suggeriscono che il consumo giornaliero di quinoa (50 grammi) può essere tollerato in modo sicuro dai pazienti celiaci.

Buone notizie quindi, non trovate?

Fonte | TAJOG

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>