Mal di stomaco e gastroscopia, quando farla: cause e cure

di Cinzia Iannaccio 2

In caso di mal di stomaco cronico, ogni quanto tempo si fa una gastroscopia per controllare che non si siano sviluppate patologie gravi? Lo scopriamo nel nostro Consulto Online quotidiano.

Richiesta di Consulto Medico

“Dottore salve. Sono un uomo di 39 anni, ho sempre sofferto di Stomaco.E 2 anni e 4 mesi fà ho fatto anche una gastroscopia, esito negativo a parte epigastralgia. Però da fine dicembre sono iniziati problemi allo stomaco.Nausea, rigurgito,acidità, ruttare in continuazione, bocca e labbra sempre secche e a volte ma raramente mancanza d appetito e bruciori di stomaco.Però ultimamente sto avendo problemi anche in fase di digestione. Mi sono recato dal mio medico, e per non portarla alla lunga dottore, dopo avermi dato i solito medicinali per i bruciori, poi finalmente mi ha prescritto una cura. Mi prescrive Lucen compresse per 2 volte al giorno per 2 settimane Ma niente allora in piu aggiunge motilium 2 al di’ mezz’ora prima dei pasti pranzo e cena. Gli chiesi di fare una gastroscopia, ma mi disse che non era necessario perche l’avevo fatta di recente (2anni e 4 mesi sono recente?)

Comunque sono passati quasi 2 mesi di cura e sto curandomi ancora ma i fastidi allo stomaco c’è lo ancora Qualche giorno di piu e qualche giorno meno, ma ci sono sempre Tanto che mi sto preoccupando per brutte patologie, che ho insistito per farmi fare la gastroscopia. Dottore mi dica il suo parere, io mi sto spaventando d’avvero tanto. E’ normale che una patologia non severe allo stomaco possa durare tutto sto tempo senza risultati? Nonostante che mi sto curando da subito? Si legge che se le cure non funzionano di fare subito accertamenti, perchè patologie maligne possono avere gli stessi sintomi di patologie non importanti…Sono d’avvero preoccupato Non è che il mio medico mi stà facendo peredere tempo che potrebbe essere dannoso per la mia salute? Per favore Dottore mi dica cosa pensa”.

 

Specializzazione Endocrinologia e malattie metaboliche

Tipo di Problema Problemi di stomaco

I disturbi elencati ed il quesito non hanno nulla a che fare con l’endocrinologia, ma egualmente il dottor Mario Francesco Iasevoli ha risposto:

“Salve, le linee guida indicano come necessaria una gastroscopia ogni 3 anni in assenza di polipi o altre lesioni precancerose. Al precedente esame non si è riscontrato nulla dunque lei non è un soggetto a rischio e non avrebbe senso ripetere un esame invasivo e fastidioso a distanza di così pochi anni. Il cancro allo stomaco si sviluppa a partire dalle suddette lesioni e comunque occorrono almeno tre anni affinchè una lesione precancerosa si trasformi in maligna. Lei all’epoca non aveva lesioni dunque è improbabile che sviluppi un cancro in così breve tempo. LA sua sintomatologia è abbastanza aspecifica e bisogna individuare la causa dei sintomi che accusa in modo da personalizzare la terapia farmacologica. Mi viene subito di chiederle se ha escluso la presenza dell’Helicobacter pilory se non l,’ha fatto la invito a farlo. Inoltre bisogna valutare l’ipotesi che tutto il corteo sintomatologico sia da ascrivere a semplice stress, ansia. Di certo se non trova beneficio deve cambiare terapia o comunque intraprendere un nuovo approccio al suo problema. I disturbi gastrici durano una vita con alti e passi anche in presenza di cura farmacologica esatta o tempestiva; basta mangiare peggio o in eccesso per far si che si manifestino di nuovo i sintomi. Non penso si debba allarmare, ma penso che comunque debba trovare una soluzione. NOn c”è indicazione nel ripetere una gastroscopia, ma se ciò può farla stare più tranquillo la faccia così si mette l’anima in pace. cordiali saluti [email protected] cell. 3458092414″.

Il dottor Mario Francesco Iasevoli è specialista in endocrinologia e malattie del metabolismo, Unità Operativa Complessa Endocrinologia-Azienda Ospedaliera Universitaria II Policlinico-Sun di Napoli.

Se avete altre domande compilate il form ed inviate la vostra richiesta: “Chiedi all’esperto: Consulti Online su Medicinalive”

E’ doveroso ricordare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Commenti (2)

  1. “Salve dottore, mi chiamo Gina e ho 21 anni. Circa due settimana fa sono iniziati i crampi alla bocca dello stomaco. Dopo un giorno di dolore andai dal medico e mi disse che era uno stato influenzale, due o tre gg al massimo e sarebbe scomparso con l’aiuto di certe compresse. Ma così facendo i dolori aumentavano e io pensavo si trattasse di influenza, ma la settimana successiva erano ancora presenti e ogni volta ke sto in piedi, oppure mangio qualcosa iniziano i dolori, e poi erutto in continuazione. Dopo due settimane sto ancora così. So che devo consultare il medico per una visita, però con tutte le malattie che corrono ho molta paura. Vorrei avere una sua opinione di cosa potrebbe essere e cosa dovrei fare. La ringrazio in anticipo. Per favore spero in una sua risposta. “

    1. salve, questo non è lo spazio per inviare i quesiti. Ma c’è una pagina apposita come indicatoo nel post. Non abbiamo però uno specialista in gastroenterologia che possa risponderle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>