In cosa consiste la visita medica per il porto d’armi

di Valentina Cervelli 0

In cosa consiste la visita medica per il porto d’armi? Scopriamolo insieme: per poter maneggiare un’arma è necessario, secondo la legge, possedere degli adeguati requisiti psicofisici, al fine di accertare l’idoneità della persona alla gestione di uno strumento potenzialmente mortale per terzi.

Importanza del certificato anamnestico

Tra la documentazione che è necessario presentare al medico incaricato della visita del porto d’armi vi è il  certificato anamnestico. Esso consiste in una certificazione, compilata dal proprio dottore, che indica se la persona che sta richiedendo il porto d’armi abbia sofferto o stia soffrendo di malattie del sistema nervoso, di turbe psichiche e o stia facendo uso, prescritto, di psicofarmaci. Esso insieme all’eventuale riconoscimento dell’uso di occhiali da vista, è basilare per il proseguimento delle pratiche.

Autocertificazione dei precedenti morbosi

Per dare l‘idoneità alla consegna del porto d’armi, il medico esaminatore dovrà anche verificare la veridicità di ciò che la persona che consegna la domanda ha dichiarato all’interno del modulo dei precedenti morbosi. Esso consiste in un elenco di malattie e problematiche rispetto alle quali il richiedente è chiamato a confermare o negare di essere affetto da alcune patologie. In base a questo ed alla visita eseguita in sede il medico potrà richiedere specifici esami o visite specialistiche (che dovranno essere condotti in ospedali pubblici, N.d.R.) che confermino ciò visionato all’interno di questa certificazione.

A seconda dei precedenti di coloro che ne fanno richiesta, l’incaricato potrà richiedere anche esami come l’analisi del capello per verificare l’assenza di sostanze stupefacenti nell’organismo. Tutto ciò è necessario per essere certi che per patologia o comportamento, non vi siano impedimenti alla facoltà di intendere e di volere delle persone che intendono ottenere il porto d’armi. Siano essi l’abuso di alcool o il consumo di eventuali droghe o possibili patologie che alterino la percezione della realtà: una precauzione necessaria per far si che non vi siano potenziali incidenti in futuro.

Potrebbero interessarti:

Fonte | ASL Milano

Photo Credits | megaflopp / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>