Sla, crowfunding per sconfiggere la malattia

di Valentina Cervelli Commenta

Una ricerca per scoprire le cause della SLA, la sclerosi laterale amiotrofica, completando la sua mappatura genetica: la sua particolarità? Si cercano fondi dal crowfunding, ovvero l’unione delle forze da parte delle persone in rete.

La sclerosi laterale amiotrofica è una malattia difficile da approcciare, per la quale non esiste ancora una cura. E lo studio per il quale si sta richiedendo aiuto attraverso l’hashtag #smuoviamolaricerca è in attivo da diversi anni ma ha bisogno fondi per poter continuare completare finalmente il suo obiettivo: quello di avere una completa carta d’identità a livello genetico capace di dare ai ricercatori le conoscenze giuste per mettere a punto dei farmaci che possano tentare di curarla. Il professor Vincenzo Silani dell’Istituto Auxologico Italiano sono riusciti ad isolare la regione di un cromosoma su cui può essere presente un gene mutato, responsabile della malattia ma si sono dovuti fermare, come si era capito, per la mancanza di soldi. Vi sono ora due mesi di tempo per aiutare gli scienziati a continuare il loro lavoro effettuando donazioni su Indigogo, nota piattaforma del crowfunding, al fine di completare la mappatura della SLA. Spiega il professor Silani:

La ricerca di una componente genetica sia nella forma familiare che sporadica della SLA è progredita vertiginosamente in questi anni fino a definire più del 60% dei geni implicati nelle forme familiari della SLA e il 10% circa nelle forme sporadiche. La definizione completa del puzzle genetico apre la strada alla comprensione dei meccanismi che causano una malattia così drammatica e invalidante, di conseguenza alle prime terapie personalizzate.

E’ per questo motivo che il supporto economico in questo momento è tanto importante. Ed ognuno di noi dovrebbe fare la propria parte aiutando i ricercatori nell’individuazione della proteina mal funzionante per poterla “correggere” e sconfiggere la patologia. Diamo una mano a questo team di scienziati internazionali che stanno lavorando per far si che si possa trovare una cura per la sclerosi laterale amiotrofica.

Photo Credits | designer491 / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>