Melanoma, malata a 17 anni a causa di lampade abbronzanti

di Valentina Cervelli 3

 Malata di cancro della pelle a 17 anni a causa delle troppe lampade abbronzanti fatte nel corso della sua giovane vita. È ciò che è successo a una ragazzina inglese ancora non maggiorenne che si trova ora a fare i conti con un melanoma.

Si tratta di uno dei tumori alla pelle più violenti che possano colpire l’uomo. Ed a quanto pare deriverebbe dall’utilizzo che la giovane ha fatto dall’ età di 12 anni del lettino abbronzante dei solarium.

La ragazzina, ha infatti raccontato al quotidiano inglese Daily Mail, di aver rinunciato per anni alla mensa scolastica per diversi giorni alla settimana al fine di pagarsi le sedute abbronzanti. Gli esperti la chiamano “tanoressia”, una parola coniata dagli americani dalla parola “tan”, abbronzatura, unita alla parola anoressia, e si tratta di una vera e propria dipendenza che porta le persone a non percepirsi mai abbastanza abbronzate.

Racconta Susan Waterfield, responsabile dell’Istituto specialistico di dermatologia di Middlesbrough dove la giovane è in cura:

È una delle pazienti più giovani che abbiamo visto qui e non mi è parsa del tutto consapevole di quanto abbia messo la sua vita in pericolo. Sua madre invece era sconvolta, non sapeva che sua figlia usava i lettini solari, tantomeno con questa frequenza. Abbiamo avuto un aumento di casi di melanomi maligni. Il più giovane prima di questo caso era un 21enne, ma vediamo soprattutto molti trentenni e tutti ammettono di fare sessioni abbronzanti sin da giovanissimi.

Si tratta quindi di un episodio tutt’altro che isolato, che sta portando gli inglesi a ridiscutere nuovamente del divieto di utilizzo dei lettini solari per i minori di 18 anni con multe molto alte per chi trasgredisce. Si tratta di una soluzione questa già ampiamente utilizzata in Brasile e proposta anche in Italia, soprattutto in base a ciò che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato: le lampade sono cancerogene e aumentano notevolmente i rischi di tumore cutaneo.

Per avere un’idea basti pensare che le radiazioni emanate normalmente dal sole nel periodo estivo a mezzogiorno e quindi nel momento di più ampia potenza sono pari al 50 W mentre quelle di un lettino abbronzante sono pari a 500 W. In Italia questa mania compulsiva avrebbe colpito almeno 700.000 persone su 10 milioni di utilizzatori di lettini abbronzanti.

Articoli Correlati:

Melanoma, lettini abbronzanti colpevoli

Inghilterra, no degli inglesi ai lettini abbronzanti

Fonte: Corriere della Sera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>