Cosa fare in caso di ferite

di liulai Commenta

Un tempo, il disinfettante per eccellenza era l’alcol. Quello denaturato, usato ap­punto per le disinfezioni, è alcol etilico in soluzione acquosa al 70%, addizionato di sostanze colorate. Tuttavia, oggi non è più ritenuto la soluzione migliore per tagli o ferite simili, in quanto sembra non offrire abbastanza garanzie di sicurezza ed è troppo irritante sulle ferite. Vediamo allora che cosa fare quando ci si taglia.

Prima di tutto bisogna lavare la parte in abbondanza in acqua corrente. Per una ferita minima questo potrebbe essere sufficiente ma se è sporca, estesa e potenzialmente infetta, si deve procedere con una vera e propria an­tisepsi. In questo caso si deve usare l’ac­qua ossigenata: la sua schiuma bianca elimina la polvere entrata in profondità. In alternativa sono utilizzabili prodotti a base di cloro, come l’Amuchina, oppure antiset­tici come il Citrosil. Le ferite più profonde di un centimetro, specie se pro­vocate da chiodi o attrezzi da giardinaggio, sono invece ad alto rischio e in questi casi è indi­spensabile l’intervento del medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>