Testosterone basso, disfunzione erettile e cura con Testovis

di Cinzia Iannaccio 1

disfunzione erettile testosterone basso cura testovisDisfunzione erettile e testosterone basso nonostante la cura con Testovis? Risponde l’andrologo al nostro Consulto Online su Medicina Live di oggi.

 

Richiesta di Consulto Medico

“Ho 68 anni e soffro di disfunzione erettile, da circa 3 anni faccio una iniezione di testovis ogni 10 giorni, ma il testosterone rimane basso (l’ultimo esame 2,54). Il problema non si risolve. Inoltre prendo la pillola per la tiroide (eutirox da 125) e la pillola per la pressione (pritor da 20) ed ultimamente per un periodo limitato ho avuto urgenza per urinare più volte in breve tempo e bruciore durante la minzione. In passato ho notato tracce di sangue nello sperma. Per favore può dirmi qualcosa? Grazie.”

 

Specializzazione Andrologia

Tipo di Problema: Testosterone basso

La risposta è del dottor Mario Francesco Iasevoli medico- chirurgo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo, con particolare riferimento all’andrologia e ai  disturbi della sfera sessuale maschile:

 

“Salve, i sintomi da lei descritti possono far pensare ad una prostatite acuta. Per  prima cosa andrebbe effettuata una spermiocoltura con antibiogramma, una urinocoltura con antibiogramma, un’esame delle urine e uno spermiogramma , un eco prostata transrettale ed un eco testicolare. Esclusa una prostatite acuta o cronica che possono influenzare la funzionalità testicolare e la produzione di testosterone, va valutata la bontà della terapia. Il testovis è un farmaco un pò vecchiotto che non permette di avere dei livelli costanti di testosterone nei giorni che separano una somministrazione da un’altra. Quindi il riscontro di un testosterone bassino può essere influenzato dalla distanza dall’ultima somministrazione.

Oggi esistono preparazioni molto più efficaci ed anche comode perchè richiedono iniezioni anche ogni 3 mesi. Quindi le consiglio di rivolgersi ad un centro di riferimento regionale per gli ipogonadismi dove potranno valutare la bontà della terapia e prescriverle un farmaco migliore per il suo caso. Per gli accertamenti può rivolgersi ad uno specialista urologo di sua fiducia. Spero di essere stato utile. Cordiali saluti, [email protected]

Per altri quesiti medici compilate il form ed inviate la vostra richiesta: “Chiedi all’esperto: Consulti Online su Medicinalive”

 

Si ricorda che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post:

 

Foto: Thinkstock