Testosterone libero basso, quali rimedi o integratori naturali?

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico
“Salve ho 35 anni e dopo aver eseguito un indagine per valutate la mia situazione ormonale, mi e uscito il testosterone libero a 12.20 con valori di riferimento da 4.00-41.00 pg/ml ..sicome sono uno sportivo pratico bodybuilding penso che questo sia uno tra gli ormoni piu importanti che possa servire. Come posso rimediare magari con integratori naturali ? Grazie in anticipo ..”

Specializzazione Andrologia
Tipo di Problema testosterone libero molto basso

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, andrologo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo. Per contatti diretti Email: [email protected] cell. 3458092414. Riceve a Pompei (Na), in Via Roma,81.

“Salve ,il valore di testosterone libero è poco indicativo per valutare una corretta produzione ormonale.Pratichi testosterone totale, SHBG e albuminemia in modo che io potrò calcolare il testosterone biologicamente. Lo faccia al più presto e poi mi contatti un endocrinologo. Per ora io non assumerei nulla anche perchè gli integratori hanno poca efficacia. Più efficacia ha svolgere una corretta alimentazione riducendo pollo, latte e latticini grassi saturi e zuccheri semplici, praticare attività fisica costante di moderata intesità ed esporsi al sole. “

 

>> Leggi qui tutte le risposte del Dottor Mario Francesco Iasevoli

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post:

Testosterone basso nell’uomo: 8 cose da sapere (foto)

Testosterone basso uomo: che fare, quali rimedi? Andrologo risponde

Se avete altri dubbi o domande da porre ai nostri esperti visitate la pagina dedicata all’invio dei quesiti Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive, ricordando quanto segue:

non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie. Medicinalive ed i medici coinvolti in questa rubrica propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>