Tumore testicoli, autopalpazione in 5 mosse (Video)

di Valentina Cervelli Commenta

Tumore ai testicoli: autopalpazione in 5 mosse per una prevenzione sicura della malattia grazie ad un cartoon. Il “professor Urosapiens” insegnerà agli uomini come comprendere se il loro apparato genitale è sano.

uomo con mano davanti testicoli

Il tumore al testicoli è una malattia che colpisce principalmente gli uomini di età compresa tra i 25 ed i 49 anni. Esso è curabile nella quasi totalità dei casi se scoperto in tempo: la sua mortalità attualmente si attesa al 5%. Sono cinque i “tocchi” da eseguire per effettuare una corretta autopalpazione, e quindi un esame corretto dal punto diagnostico. Si tratta di vere e proprie mosse “salvavita” molto simili nello scopo a quelle che vengono insegnate alle donne per verificare la presenza o meno di noduli al seno. L’autopalpazione del testicolo è fondamentale per una corretta prevenzione della suddetta forma cancerosa ed è qualcosa che deve essere eseguito eliminando imbarazzo e pudore. Può bastare qualche piccolo tocco per prevenire il cancro al testicolo se intrapreso nel modo giusto. Ecco cosa ci insegna oggi il professor Urosapiens.

1.Allenare il tatto

Bisogna prendere il testicolo nel palmo delle mani, prima uno e poi l’altro: è necessario prendere confidenza con la loro forma. Possono essere leggermente diversi nelle dimensioni.

2. Esaminare il testicolo

Ognuno di essi va esaminato con attenzione, facendolo ruotare delicatamente tra il pollice e l’indice di entrambe le mani sia in posizione orizzontale che verticale.

3. Cercare i noduli

E’ un’operazione che va fatta con le dita: tastate alla ricerca di noduli duri o gonfiori tondeggianti o morbidi. Se riscontrare delle anomalie, rivolgetevi subito al medico: può indicarvi cosa fare e soprattutto scoprire se si tratta di tumore al testicolo o qualcosa di meno preoccupante

4. Costanza nell’autopalpazione

Bisogna essere costanti nell’autopalpazione dei testicoli, ed eseguirla almeno una volta al mese.

5. Scegliere il momento giusto

E’ subito sopo una doccia o un bagno caldo il momento migliore per l’autopalpazione dei testicoli, quando il sacco scrotale è rilassato.

Photo Credits | Butsaya / Shutterstock.com