Amianto nei pastelli di cera americani?

di Valentina Cervelli 0

Pastelli di cera all’amianto sono stati scoperti negli Stati Uniti. Ed in diversi Stati, a partire dal Nord Carolina fino ad arrivare in California. Si tratta di un grave pericolo per la salute che diverse associazioni di genitori stanno tentando di combattere.

Come sempre il problema nasce dal fatto che del materiale non sicuro riesce a trovare il modo di arrivare sul mercato. Questa volta però non si parla di prodotti che giungono ai bambini tramite mercatini a basso costo: grandi marchi come la Disney e Nickelodeon fanno parte della lista dei brand dei pastelli incriminati. E pensare che delle suppellettili teoricamente innocue come queste possano essere causa di cancro infantile ed asbesto nei bambini è qualcosa che lascia davvero senza fiato.

Non è stato reso noto quanto amianto effettivamente sia stato scoperto all’interno dei pastelli per bambini dato che questo materiale è riconosciuto come pericoloso a prescindere dalle sue quantità, ma solo che i diversi lotti trovati positivi sono stati ritirati dal mercato. Non dobbiamo dimenticare che l’amianto è la prima causa di mesotelioma negli esseri umani e che qualsiasi esposizione a questo tipo di sostanza può portare a delle conseguenze severe per il corpo umano. Come sottolinea l’OSHA statunitense, l’ufficio che si occupa della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro:

Non ci sono dei livelli considerabili “sicuri” per ciò che concerne l’esposizione all’amianto. Anche per brevi contatti, e si parla di giorni, può essere causa di mesotelioma o di altre patologie polmonari e non collegate.

Negli Stati Uniti purtroppo per quanto si riconosca la pericolosità del materiale non vi è una vera e propria legislazione a regolarne la presenza nei vari oggetti in produzione o importati: è per questo che i pastelli di cera prodotti in Cina per i marchi statunitensi sono riusciti a passare i controlli senza troppi problemi. Ora che l’allarme è stato lanciato, le cose dovrebbero finalmente cambiare.

Photo Credits | jeehyun / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>