Festa della donna: salute in 3 punti da ricordare

di Valentina Cervelli Commenta

Il prossimo 8 marzo sarà la festa della donna. Vi sono dei temi, è innegabile, che portano la salute della donna in primo piano e che tutti quanti dovrebbero ricordare ogni giorno della propria vita. Celebrare le donne ha un senso solo se le si rispetta. Vediamo insieme su cosa è necessario focalizzarsi.

Violenza domestica

Riflettendo sulla donna e sulla sua salute, prima di tutto ci viene da pensare alla necessità che si ha di preservarne l’integrità fisica e morale. E quindi alla violenza domestica alla quale possono talvolta trovarsi sottoposte. Non bisogna cadere nell’errore di calcolare la violenza psicologica sulle donne meno importante di quella fisica: entrambe lasciano ferite difficili da rimarginare e spesso sono perpetrate dal marito o compagno o dalla famiglia. Ferite, ecchimosi, ma anche depressione e fratture: sono molte le facce di questo problema.

Aborto

Questo è un tema ancora più scottante in merito alla salute della donna. Perché nell’intero quadro non appaiono solo le variabili fisiche relative alla gravidanza, ma in caso di “necessità” di interruzione e quindi di ricorso all’aborto, entrano in gioco tutta una serie di fattori esterni in grado di mettere in pericolo il già complesso equilibrio femminile a livello psicologico. Un aborto se naturale viene vissuto non solo come una perdita ma come un fallimento da parte della donna: aggiungere pressioni esterne religiose e politiche non fa altro che peggiorare il quadro.

Contraccezione

La contraccezione è anch’essa un punto caldo per ciò che concerne la salute delle donne. Pensiamo semplicemente alla pillola del giorno dopo ed alla difficoltà di richiederla ed ottenerla per via degli obiettori di coscienza. Non è una mancanza di rispetto nei confronti delle donne non darle la libera scelta di usufruire di un diritto a loro riconosciuto dalla legge di assumere un determinato medicinale?

La festa della donna è una stupenda occasione per ricordare che la salute ed i rispetto della donna non devono essere celebrate solo in questo giorno di marzo ma in ogni giorno dell’anno.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>