Retinopatia ipertensiva

di Marco Mancini 1

Retinopatia ipertensiva

La retinopatia ipertensiva è un danno alla parte posteriore dell’occhio (retina) causato dall’alta pressione sanguigna.

CAUSE: La pressione alta provoca danni ai vasi sanguigni degli occhi. Più a lungo è alta la pressione arteriosa e più grave il danno rischia di essere. Il medico può notare un restringimento dei vasi sanguigni ed il liquido in eccesso che trasuda da essi con uno strumento chiamato oftalmoscopio. Il grado di danneggiamento della retina (retinopatia) è classificato su una scala da 1 a 4.

Al grado 1, non è presente nessun sintomo. Al grado 4 la retinopatia ipertensiva comprende gonfiore del nervo ottico e del centro visivo della retina (macula). Può causare gonfiore e diminuzione della vista. Le altre retinopatie che sono complicanze note della pressione alta sono chiamate:

  • Retinopatia diabetica;
  • Neuropatia ottica ischemica;
  • Occlusione dell’arteria retinica;
  • Embolia retinica;
  • Microaneurisma alla retina;
  • Occlusione venosa retinica.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Mal di testa;
  • Disturbi visivi e perdita improvvisa della vista.

DIAGNOSI: Il medico controllerà:

  • Pressione sanguigna;
  • Fluorangiografia;
  • Esame oftalmoscopico, che può mostrare variazioni in persone che non hanno sintomi.

TERAPIA: Il controllo della pressione alta (ipertensione) è l’unico trattamento per la retinopatia ipertensiva.

PROGNOSI: I pazienti con grado 4 (grave retinopatia ipertensiva) hanno frequenti complicazioni cardiache e renali. La retina generalmente guarisce se la pressione arteriosa è ben controllata, ma alcuni pazienti con retinopatia ipertensiva di grado 4 possono avere danni permanenti al nervo ottico o all amacula. Possibili complicazioni possono essere danni irreversibili al nervo ottico o alla macula, con conseguenti problemi di vista.

Contattare un medico se avete la pressione alta e mal di testa o si verificano improvvisi cambiamenti della vista.

PREVENZIONE: Il controllo della pressione sanguigna alta impedisce le modifiche nei vasi sanguigni degli occhi.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>