Cefalea, curarla con la chiropratica

di Cinzia Iannaccio Commenta

La cefalea censiva si può curare con la chiropratica. E’ su questo tema che è incentrata la campagna informativa dell’Aic (Associazione Italiana Chiropratici), che si svolgerà la prossima settimana in tutta Italia. Ma vediamo nel dettaglio: la cefalea è un problema che affligge circa 8 milioni di italiani.

Si tratta di un’emergenza sanitaria non solo per l’elevato numero delle persone che colpisce, ma anche perché spesso è fortemente invalidante, provoca numerose assenze dal lavoro, scarsa partecipazione alla vita sociale e soprattutto un abuso eccessivo ed errato di farmaci. Con la chiropratica tutto ciò non è necessario: attraverso le sue particolari tecniche manuali è in grado di ripristinare la corretta articolazione e funzione della colonna vertebrale (condizione necessaria alla sensazione di benessere).

Traumi fisici, malocclusione dentale, postura errata, stanchezza e stress, sono tra le cause più frequenti del mal di testa tensivo. Questo perché provocano un irrigidimento delle articolazioni delle vertebre cervicali e dunque una contrattura che dal collo si dirama alla nuca, alle tempie, agli occhi e fino alle spalle. Il chiropratico è in grado di ristabilire l’assetto fisiologico alle vertebre, riducendo notevolmente la sintomatologia e prevenendo ricadute. Non a caso il 12% delle persone che si rivolgono alla chiropratica cerca una soluzione al proprio mal di testa: e la trova!

Dal 25 al 30 Ottobre prossimo, in occasione delle giornate di sensibilizzazione, gli specialisti aderenti all’Aic offriranno dei check-up gratuiti agli interessati, anche per capire quali sono le altre applicazioni di questa medicina naturale (mal di schiena, mal di schiena in gravidanza e post gravidanza, ernia discale, vertigini, senso di stanchezza, ansia, dolori dovuti all’artrosi, ecc.). Per consulenze telefoniche o per prenotare un controllo è possibile chiamare il numero verde 800.017.806. In alternativa è possibile verificare sul sito dell’Associazione tutte le altre informazioni necessarie.

Una raccomandazione: per essere sicuri di essere capitati in buone mani (è proprio il caso di dirlo) è importante verificare che il vostro chiropratico di fiducia abbia conseguito il titolo dopo almeno cinque anni di studi presso uno dei College riconosciuti dalla Federazione Mondiale della Chiropratica (World Federation of Chiropractic) che fa riferimento all’ Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>