In esilio dai rifiuti: la Svizzera non accoglie la richiesta di asilo politico di una coppia di napoletani

di Paola Commenta

I rifiuti tossici e chimici sono un rischio per la salute, provocherebbero epidemie e migliaia di casi di tumori, secondo le stime dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

E così’ l’economista napoletano Sergio Sedia, 34 anni, preoccupato per l’incolumità della moglie in dolce attesa, aveva inoltrato una richiesta di asilo politico al Canton Ticino, in Svizzera.
La domanda di asilo politico non è stata accettata, perchè secondo l’Ufficio federale della migrazione lo Stato Italiano non starebbe minacciando l’incolumità di questi due cittadini. E in effetti viene da ribattere che non si tratta dell’incolumità di solo due cittadini, bensì di quella di centinaia di persone. [via]