Mappatura genetica del cacao. Anche il cioccolato sarà OGM?

di Salvina Commenta


Potrebbe essere presto in arrivo sulle nostre tavole, in questo caso è un modo di dire, il cioccolato geneticamente modificato. A tentare l’impresa l’industria dolciaria Mars Inc in collaborazione con il colosso informatico IBM e il Ministrero dell’Agricoltura statunitense che per raggiungere l’obiettivo dovranno prima mappare il dna dell’albero del cacao, principale ingrediente del cioccolato.

Lo scopo? Modicarne la sequenza, una volta individuata, e donare al cioccolato, nel caso ce ne fosse bisogno, un sapore ancora più dolce e gradevole, oltre che, naturalmente, rendere la pianta più resistente alle condizioni climatiche avverse e all’attacco dei parassiti.

La mappa genetica dell’albero di cacao seguirebbe quella del riso, risultato dell’impegno di un’equipe di esperti internazionale il cui lavoro si è concluso nel 2002 e della papaya, opera di un gruppo di ricercatori dell’università delle Hawaii. Ma davvero abbiamo voglia che un altro alimento OGM entri nelle nostre case? Soprattutto se si tratta del già delizioso e amato cioccolato? Forse anche stavolta riusciranno ad imbonirci con la promessa, già fatta circolare, di abbassarne il prezzo.