Nuovo farmaco anticolesterolo efficace in arrivo?

di Valentina Cervelli Commenta

Nuovo farmaco anticolesterolo efficace in arrivo dagli Stati Uniti? La risposta potrebbe essere positiva, dato che la Food and Drug Administration ha già dato un primo via libera a due nuove molecole in tal senso.

Perchè usare il condizionale quindi? Quale potrebbe essere quindi il problema in Europa? Il costo di questi medicinali. Al momento è solo uno il farmaco anticolesterolo in via di commercializzazione, ma già da questo via libera preliminare è evidente che il prezzo di produzione potrebbe essere più alto della media e trovare problemi nella distribuzione a carico, ad esempio, del nostro sistema sanitario nazionale. I risultati ottenuti dai trial clinici, ad ogni modo, dimostrano che questi medicinali sono in grado di ridurre in modo drastico il manifestarsi di infarto, ictus ed altri problemi cardiovascolari. Il farmaco che ha ricevuto un primo parere positivo dalla FDA è l’alirocumab, prodotto dalla Sanofi e dalla Regeneron Pharmaceuticals mentre il secondo è l’evolucumab che è già stato tra l’altro in via preliminare approvato dall’Agenzia Europea del Farmaco. E’ quest’ultimo che potrebbe raggiungere le nostre farmacie entro un anno proprio grazie al via libera ricevuto dalla nostra istituzione.

La possibilità di utilizzare queste due nuove molecole è attesa con impazienza dagli esperti europei. Al momento per curare l’eccesso di colesterolo vi sono solo due medicinali: le statine che agiscono sulla sintesi della sostanza inibendola e l’ezetimibe che ne ferma l’assorbimento. Entrambi presentano problema di efficacia in alcuni pazienti e tutta una serie di effetti collaterali, tra i quali l’indebolimento muscolare. Le nuove molecole messe a punto negli Stati Uniti non solo presentano una maggiore efficacia ma anche meno conseguenze avverse legate alla loro ingestione. Questo dipende dal fatto che sono entrambe anticorpi monoclonali che hanno come target la proteina Pcsk9, basilare nel metabolismo del colesterolo cattivo.

Non si può, ad ogni modo, fare altro che attendere e comprendere se avremo presto la possibilità di usarli. Essi a differenza dei farmaci di elezione contro il colesterolo, essi vengono somministrati o una volta al mese o ogni due settimane per inoculazione.

Photo Credits | cozyta / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>