Per Stamina il tradizionale tuffo di Capodanno nel Tevere (VIDEO)

di Cinzia Iannaccio 0

Un tuffo per dire sì alla vita con Stamina“. E’ stato questo il motto che ha spinto Simone Carabella a tuffarsi nel Tevere ieri, per il quarto anno consecutivo, da Ponte Cavour, come vuole la tradizione del 1° gennaio a Roma, avviata molti anni fa da Mister Ok (che pure si è lanciato nelle acque fredde del fiume con altri atleti a sostegno dell’iniziativa) . Guardiamo insieme il video. Eccolo:

Tutto comincia come avete visto con un festoso corteo di pazienti in attesa delle cure compassionevoli con Stamina, armati di palloncini colorati che poi lanceranno nel cielo in segno di speranza. In prima fila, anche il piccolo Daniele di cui vi abbiamo raccontato la storia nei giorni scorsi. Le loro magliette le riconosciamo facilmente: nere con le scritte bianche che affermano “Curarmi non è reato” e “Non ho più voglia di morire“.

Molto spesso quando si parla del metodo Stamina vediamo attraverso i tg o sui giornali le immagini di persone che le indossano, anche se a volte anche a sproposito: troppo raramente si parla delle loro storie, di chi sono, del perché sono lì. E’ per questo che ci tengo a raccontarvelo. Sono la famiglia del Civico 117a, un nome che ha origine dal luogo dove i fratelli Sandro e Marco Biviano, affetti da Distrofia Muscolare, lo scorso 23 Luglio hanno messo la loro tenda in segno di protesta: ovvero in piazza Montecitorio al n° 117a.

Un luogo importante, sede della Camera dei Deputati, rappresentanti degli italiani che finora non hanno dimostrato adeguata attenzione a loro e alle problematiche che li caratterizzano. Anzi, non sono mancati gli episodi di scontro tra malati e forze dell’ordine! Parlo però di una famiglia, e non di un “movimento” o “comitato” perché è questa che nei mesi si è formata all’interno di quella tenda, grazie ai volontari, agli altri pazienti, bambini ed adulti, in attesa delle cure compassionevoli, alle mamme, papà, compagni. Qualunque cosa si pensi del metodo Stamina, nessuno può privare questa famiglia della speranza e prima ancora dell’ascolto. Durante queste feste, come sapete il Ministero della Salute ha nominato un nuovo comitato di esperti che dovrà valutare il metodo Stamina. Il presidente, professor Mauro Ferrari, criticato da subito per aver già in precedenza espresso un parere negativo in merito ha garantito imparzialità affermando:

“Un uomo di scienza non può prescindere dal contatto diretto con i malati”.

Ce lo auguriamo e lo auguriamo alla famiglia del Civico 117a che merita ascolto e sostegno, affinché il nuovo anno porti loro ciò che desiderano.

Di seguito ancora il tuffo emozionante

Foto: You tube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>