Yoga: utile in caso di fibrillazione atriale

di Cinzia Iannaccio Commenta

 Lo yoga aiuta a controllare la fibrillazione atriale (FA). A tale conclusione è giunta una ricerca condotta presso l’University of Kansas Hospital e presentata nei giorni scorsi nell’ambito del congresso annuale dell’American College of Cardiology che si è svolto a New Orleans. I benefici sulla salute di questa pratica di antica origine indiana sono noti già da tempo, sia per ciò che riguarda il controllo dello stress che dei dolori muscolo-articolari. Di recente è stato convalidato ad esempio il suo prezioso ausilio in caso di fibromialgia. Ma è la prima volta che lo yoga si associa alla fibrillazione atriale che, ricordiamo, rappresenta l’aritmia più frequente in assoluto che provoca un’incapacità del muscolo cardiaco a svolgere la sua normale funzione di “spinta” del sangue nell’organismo.

I dati presentati in congresso si basano su 49 pazienti con diagnosi accertata di FA. Sono stati seguiti per sei mesi: nei primi tre si è proceduto al monitoraggio degli elementi di base, la normale attività quotidiana ed in alcuni anche sportiva. Nella seconda parte dello studio invece sono stati invitati a praticare yoga attraverso esercizi, tecniche di meditazione e rilassamento, per tre volte a settimana e per almeno 45 minuti consecutivi. Alla fine dei 180 giorni la fibrillazione atriale è risultata dimezzata; ridotti anche i livelli di ansia e depressione. Risultati importanti anche se, spiegano gli stessi ricercatori, lo yoga non va inteso come una cura definitiva, bensì come un rimedio naturale, privo di effetti collaterali che può essere di sicuro ausilio per ridurre i sintomi e aumentare la qualità della vita generale del paziente. Il tutto non deve stupirci, anzi. Basta pensare alle origini e allo sviluppo di questa disciplina: è una scienza di vita, filosofia, religione e spiritualità che porta l’essere umano a comprendere e a vivere in armonia con il mondo che lo circonda. Il tutto in un perfetto equilibrio tra anima, corpo e mente, stato che si può raggiungere con importanti tecniche, in primis quelle della respirazione e della meditazione, tutte fondamentali per il raggiungimento del benessere psicofisico.

Articoli correlati:

[Fonte: Afp]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>