Diabete di tipo 2, le cause

di Cinzia Iannaccio 0

Quali sono le cause de diabete di Tipo 2? Questa forma di diabete è la più comune ed è provocata da diversi fattori, a partire da una predisposizione genetica e dallo stile di vita. Vediamo nel dettaglio.

Mancanza di esercizio fisico e sovrappeso

Mancanza di esercizio fisico e sovrappeso o obesità sono legati a doppio filo. In particolare chi ha queste caratteristiche ha un rischio maggiore di sviluppare il diabete di tipo 2. I chili di troppo infatti possono provocare nell’organismo una resistenza all’insulina, tipica di chi è affetto da tale patologia. Un ruolo particolare è giocato anche dalla localizzazione del grasso corporeo: quello addominale è maggiormente correlato all’insulino-resistenza, al diabete di tipo 2 e a patologie dell’apparato cardiovascolare.

Insulino-resistenza

Il diabete di tipo 2 di solito inizia con una resistenza all’insulina,  una condizione in cui gli organi non riescono ad impiegarla adeguatamente. Ne consegue la necessità di una maggiore quota di insulina per permettere al glucosio di penetrare le cellule e donare loro l’energia di cui hanno bisogno. Inizialmente il pancreas si adegua con una maggiore produzione di insulina, ma nel tempo non riesce più a soddisfarne il bisogno ed i livelli di glucosio nel sangue si accumulano (glicemia alta e diabete).

La predisposizione genetica e familiare

Come nel diabete di tipo 1, alcuni geni possono predisporre allo sviluppo del diabete di tipo 2. Questo capita più di frequente quando in famiglia ci sono altri casi.

 

Altre cause del diabete di Tipo 2

Anche mutazioni genetiche, malattie e determinati farmaci possono indurre questa patologia. Tra le mutazioni troviamo quella correlata al diabete monogenico (in cui il pancreas non funziona bene). Anche la fibrosi cistica può arrecare danni al pancreas ed alterarne la funzionalità.  Alcune malattie invece inducono la produzione eccessiva di determinati ormoni che provocano insulino-resistenza e diabete. E’ ad esempio il caso della sindrome di Cushing, dell’acromegalia o dell’ipertiroidismo. La pancreatite ed il tumore al pancreas possono altresì avere gli stessi effetti dannosi sull’organo produttore dell’insulina. Tra i farmaci che invece possono aumentare il rischio di diabete di Tipo 2 troviamo:

  • niacina, un tipo di vitamina B3
    alcuni tipi di diuretici
    anti-epilettici
    farmaci psichiatrici
    farmaci per il trattamento del virus dell’immunodeficienza umana ( HIV )
    pentamidina, un farmaco usato per trattare un tipo di polmonite
    glucocorticoidi: medicinali usati per il trattamento di malattie infiammatorie come l’artrite reumatoide, l’asma , il lupus e la colite ulcerosa
    farmaci anti-rigetto

Anche le statine, comuni farmaci per ridurre i livelli di colesterolo LDL (“cattivo”), possono aumentare lievemente le probabilità di sviluppare il diabete. Tuttavia, le statine ti aiutano a proteggerti da malattie cardiache e ictus. Per questo motivo, i forti benefici dell’assunzione di statine superano la piccola possibilità che si possa sviluppare il diabete.

 

Ti potrebbe interessare anche:

Diabete nei bambini, dormire di più per prevenirlo?

Valori glicemia e prediabete

 

Foto: Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>