I formaggi prevengono il diabete?

di Valentina Cervelli 0

Mangiare formaggio può prevenire il diabete. Soprattutto quelli creati con latte intero e contenenti grassi. Ma attenzione a non abusarne troppo: si rischia infatti di salvarsi da una patologia e cadere nelle spire di quelle cardiovascolari a causa del colesterolo.

Secondo una ricerca presentata a Vienna nel corso dell’ultimo congresso Easd, l’associazione europea per lo studio di diabete, chi consuma grandi quantità di formaggio ha un rischio più basso del 23% di sviluppare il diabete di tipo 2. Non è la prima volta che una ricerca mostra simili risultati, ovvero una correlazione inversa tra il consumo di latticini ed il metabolismo del glucosio. La ricerca condotta da Ulrika Ericcson e dai suoi colleghi dell’Università Lund di Malmö ha preso in considerazione un campione di 26.930 persone, di cui il 60% rappresentato da donne di età compresa tra i 45 ed i 74 anni,ed ha studiato il loro consumo di grassi nella dieta, quello proveniente dai formaggi e il rischio di sviluppo di diabete. Le persone che presentavano un consumo più alto di formaggi, latte e yogurt hanno mostrato una percentuale sensibilmente minore (come sopra anticipato, N.d.R.) di probabilità di maturare una condizione di diabete di tipo 2. Non solo, la differenza di “rischio” dipendeva molto anche dal tipo di latticino consumato. In tutti i casi l’alimento più pericoloso, in tal senso,  è apparso essere la carne a prescindere dal contenuto di grassi. Questo non significa, lo ripetiamo, che bisogna eccedere nel consumo di latticini grassi. Spiega infatti la coordinatrice dello studio:

È vero che il nostro studio suggerisce che i grassi dei prodotti caseari, almeno in parte, mostrano un effetto protettivo sul diabete. Ma è altrettanto vero che è la dieta nel suo complesso ad essere importante e non si possono consigliare i prodotti lattiero caseari ad alto contenuto in grassi anche a chi è in sovrappeso. Tutti gli alimenti, compresi i latticini con basso e alto contenuto in grassi, possono avere simultaneamente componenti più o meno benefiche e non bisogna focalizzare la propria attenzione soltanto sui grassi saturi. Per questo i risultati del nostro studio devono essere interpretati con cautela.

Come sempre, ogni alimento deve essere consumato all’interno di una dieta sana ed equilibrata, consci dei benefici che può apportare alla nostra salute. E se ogni tanto indugiamo in un pezzettino di formaggio in più, grazie a questa sua caratteristica, possiamo forse sentirci meno in colpa.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>