Tumore seno, come passare un’estate in sicurezza

di Sveva Commenta

Come passare un’estate in sicurezza se si sta combattendo contro un tumore al seno? Ecco alcuni consigli da seguire per chi si è operata da poco o sta ancora facendo la chemioterapia o la radio.

Carcinoma mammario her2 positivo, guarigione e rischio recidiva

A spiegarlo sono il professor Giuseppe Petrella, oncologo e docente ordinario di Chirurgia Generale presso l’Università Tor Vergata di Roma, e il provider ECM 2506 Sanità in-Formazione, in collaborazione con Consulcesi Club, attraverso un’apposita guida in 5 punti. In generale, per coloro che sono alle prese con una cicatrice chirurgica, sarebbe meglio non esporsi al sole per i primi sei mesi. Per le donne che sono state operate da più di sei mesi è però importante proteggersi con una crema ad alto fattore di protezione. E’ sempre consigliabile esporsi al sole solo nelle prime ore del mattino o dopo le 17.

Per le donne malate di tumore al seno che stanno affrontando la chemioterapia occorre fare attenzione: ci sono farmaci che possono provocare danni importanti sulla cute e l’esposizione al sole può peggiorare questi danni. Nei casi in cui ci si sottoponga a radioterapia, invece, meglio non esporsi al sole per per il problema delle radiodermiti, delle teleangectasie e di tutta una serie di complicanze che possono provocare importanti problemi alla donna.

Ti potrebbe interessare anche:

Tumore seno, più rischi con pillole anticoncezionali di ultima generazione?

Tumore seno e mortalità, cure nelle strutture Breast Unit abbassano i rischi

Photo | Thinkstock