Mani gonfie e doloranti al risveglio e non: cause e rimedi

di Valentina Cervelli 0

Al mattino al risveglio o nel corso della giornata le vostre mani si gonfiano e diventano doloranti? Si tratta di un disturbo molto frequente nella popolazione e “comune” a diversi disturbi fisiologici spesso transitori e non preoccupanti. Il problema consta nel fatto che questa condizione può rivelarsi debilitante nella normale gestione delle azioni quotidiane.  Vediamo a cosa è dovuta questa sintomatologia ed a come rimediare.

Mani gonfie e formicolanti: le cause

Spesso e volentieri, quando le mani sono gonfie e doloranti sono in aggiunta caratterizzate da una certa iposensibilità al tatto ed un formicolio che rendono impossibile muoverle con efficienza e precisione.  Sono diverse le cause che possono portare le mani a questa condizione. Tecnicamente si parla di edema, ovvero di ritenzione idrica, di accumulo di liquidi.  Le cause della sua comparsa sono numerose. La più comune è quella di un uso eccessivo di sodio nell’alimentazione, che non consente un drenaggio efficace dei liquidi.  Altre cause possono risiedere in quello che è l’equilibrio ormonale della persona: in alcuni casi mani gonfie e doloranti possono essere collegate ad una tiroidite ed nel caso specifico delle donne alla sindrome premestruale ed ai cambiamenti fisiologici che apporta al corpo femminile.  Si tratta di una condizione che può verificarsi con particolare frequenza anche negli ultimi mesi di gravidanza.

Una delle motivazioni più comuni e meno preoccupanti del gonfiore alle mani e del dolore al risveglio è data da una scorretta postura nel dormire, ad esempio, quando ci addormentiamo tenendo una mano o il braccio sotto una parte del nostro corpo. La pressione che esercitiamo mette a dura prova la circolazione del sangue ed il dolore è dato dal flusso dello stesso completamente ripristinato. Se al gonfiore delle mani è abbinata della febbre, quasi sicuramente si è davanti ad un’infezione, mentre se al gonfiore si accompagna anche il rossore ed una sensazione di calore insieme alla dolorabilità, si è quasi certamente davanti ad una infiammazione delle articolazioni causata da patologie come l’artrite o l’artrite reumatoide.

Tra le cause di questo disturbo non bisogna dimenticare, specialmente se si eseguono lavori che mettono sotto sforzo le mani ed i polsi la sindrome del tunnel carpale. Anche l’obesità, dei traumi, il cancro e l’ipertensione possono portare al rigonfiamento delle mani ed alla loro dolorabilità. Un discorso a parte meritano alcuni farmaci come quelli legati alla cura del diabete e della pressione arteriosa, gli steroidi o i medicinali come la pillola anticoncezionale che per il loro agire ormonale possono provocare il gonfiore degli arti come effetto collaterale.

Mani gonfie e doloranti in gravidanza

La presenza di mani gonfie e doloranti in gravidanza, fermo restando la completa validità della cause sopra descritte, merita una menzione a parte.  Questo perché di vitale importanza diventa capire se anche il viso si gonfia contestualmente alle mani.  Soprattutto negli ultimi mesi di gestazione è necessario porre attenzione al manifestarsi di questi sintomi per porre rimedio immediatamente alla gestosi, o pre-eclampsia, una condizione ipertensiva che può sfociare nella eclampsia, situazione estremamente dannosa per il bambino e la madre. Se l’episodio di gonfiore non risulta essere transitorio e non si risolve in breve tempo è bene contattare immediatamente un medico.

Mani gonfie e doloranti: rimedi

Il rimedio più efficace per combattere il gonfiore alle mani passa attraverso una diagnosi. Contattare un medico in caso di episodi reiterati e prolungati nel tempo si rivela essere la scelta giusta da intraprendere: solo in questo modo è possibile curare o tenere sotto controllo le diverse patologie sopra elencate e questo sintomo fastidioso. Questo non significa che non si possa agire sul singolo caso.  Prima di tutto iniziate riducendo il consumo di sale nell’alimentazione, assicurandovi di bere contestualmente almeno due litri di acqua al giorno. Effettuate possibilmente dell’attività fisica ed evitate cibi che contengono caffeina ed alcol.  E’ possibile anche eseguire degli esercizi come il sollevamento delle braccia in alto stringendo i pugni, o premendo ogni dita contro il pollice: si tratta di piccoli trucchi per favorire la circolazione.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>