Celebrex farmaco antinfiammatorio sicuro

di Valentina Cervelli Commenta

Il Celebrex è un farmaco antinfiammatorio sicuro per il cuore. Sono questi i risultati di uno studio sul tema durato dieci anni e conclusosi recentemente: secondo i dati raccolti non si deve avere paura di complicazioni cardiache se si usa questo medicinale contro l’artrite o contro il dolore cronico.

Più di 10 anni fa, contestualmente con il ritiro dal commercio di un farmaco simile, il Vioxx, si è iniziato a temere che anche il Celebrex potesse rappresentare un pericolo per la salute di coloro che lo assumevano. Questo antinfiammatorio ha un’azione più forte dell’ibuprofene e per molti anni si è sospettato che non fosse perfettamente sicuro per coloro affetti da malattie cardiache. Si pensava che il suo utilizzo potesse al contrario portare al loro svilippo: un dubbio che è stato abbattuto (con sorpresa di buona parte della categoria medica, N.d.R) dalla ricerca condotta dal Dott. Steven Nissen della Cleveland Clinice e presentato all’ultimo meeting dell’American Heart Association tenutosi a New Orleans.

Uno dei primi dati emersi è che chi è in cura con il Celebrex ha le stesse possibilità di sviluppare infarto, ictus ed altri disturbi cardiaci con la stessa probabilità percentuale di chi assume ibuprofene e naproxene. In tutti e tre i casi infatti di parla di un rischio pari al 2-3%.  Essendo sia il Celebrex che il ritirato Vioxx entrambi inibitori della Cox-2 si è pensato, come sottolinea il luminare primo firmatario dello studio, che fossero equivalenti, sbagliando su tutta la linea.

Le persone coinvolte nello studio hanno assunto il medicinale contro l’artrite per circa 20 mesi (di media) e sono poi stati seguiti in tutti i casi per ulteriori 14 mesi al fine di valutare il rischio sul lungo periodo. Altri dati hanno mostrato come il farmaco fosse più sicuro rispetto al naproxene in quanto a mortalità e rispetto all’ibuprofene in quanto a problemi renali. Per quanto vi siano ancora diversi punti da chiarire per alcuni esperti del settore che vorrebbero maggiori prove della sua sicurezza, da ciò che si evince il Celebrex appare essere meno pericoloso di quel che si è sempre pensato fosse.

Potrebbero interessarti:

Fonte | Reuters

Photo Credit | Pfizer

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>