Medicina rigenerativa: neuroni nuovi da cellule della pelle

di Cinzia Iannaccio Commenta

 Nuovo passo verso la medicina rigenerativa. Neuroni nuovi da trapiantare in caso di malattie neurologiche? La speranza di molti pazienti è ora molto vicina da raggiungere grazie ad un gruppo di ricercatori americani della Stanford University School of Medicine: gli studiosi sono riusciti a trasformare delle cellule epiteliali umane, (ovvero provenienti dalla pelle) direttamente in neuroni funzionanti, senza passaggi, già noti e testati, in staminali pluripotenti. Il tutto in sole 4 o 5 settimane. Il che come si può ben immaginare potrebbe rendere le terapie più rapide e semplici, ma anche gli ulteriori studi clinici per arrivare a tali risultati. I risultati di questo lavoro scientifico appena pubblicati sulla rivista Nature, risolvono anche un altro limite metodologico: in tal modo si evita il rischio di rigetto delle staminali pluripotenti che in quanto tali si possono trasformare in qualunque cellula.

Il primo passo di questa ricerca nasce da una sperimentazione simile avvenuta lo scorso anno sui topi che seppur con dei limiti di successo ha condotto a questi nuovi risultati. Ora gli obiettivi futuri sono quelli della medicina rigenerativa che vede la possibilità di trapiantare direttamente i neuroni nuovi creati in laboratorio in pazienti affetti da patologie del sistema nervoso. Potrebbero giovarne patologie come l’Alzheimer o il Morbo di Parkinson, ma anche tante altre. Più nell’immediato questa nuova metodica scientifica offrirà la possibilità di studiare al meglio le malattie neuronali e di testare in laboratorio anche nuove cure genetiche e/o farmacologiche. Verranno cioè creati neuroni in laboratorio per analizzarne la crescita e le alterazioni. Spiega Marius Wernig, docente di patologia alla Stanford University, nonché uno dei ricercatori:

“E’ molto difficile guardare nel cervello. Tutto quello che attualmente si fa a livello cellulare è possibile solo dopo che un paziente è morto, quando ormai la malattia è di solito nella fase finale. Non vi è nessuna possibilità di vedere come la patologia si sviluppa”.

Da ora in poi non sarà più così.

Approfondimenti:

Medicina rigenerativa: cos’è

Cellule staminali embrionali,adulte, da liquido amniotico…cosa sono?

[Fonte: Nature]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>