Stress, in futuro si misurerà con una penna

di Paola Commenta

Il matrimonio tra tecnologia e medicina è destinato a durare e ci avviamo verso un futuro sempre più digitalizzato e smart per quanto riguarda diagnostica, interventi, prevenzione e tutto quanto ruota intorno all’universo salute.
Dopo la cartella clinica su iPad, le decine di applicazioni per iPhone che monitorano il battito cardiaco piuttosto che le calorie bruciate durante l’attività fisica o ricordano di prendere le pillole o ancora aiutano i diabetici a convivere con la malattia, è in arrivo un’altra interessante novità che stavolta riguarda lo stress, il tanto sottovalutato fattore di rischio sempre più diffuso e sempre più responsabile di aggravare numerose patologie e peggiorare la qualità della vita.

E’ allo studio una penna capace di misurare i livelli di stress della persona che la utilizza e di ridurli qualora troppo alti. A sviluppare il prototipo il ricercatore Miguel Alonso Bruns, della Delft University of Technology. Nelle sperimentazioni effettuate la frequenza cardiaca delle persone che hanno usato la penna anti-stress è diminuita in media del cinque per cento.

Esistono già dispositivi in grado di rilevare ciò che l’utente sta facendo e come lo sta facendo, capaci poi di utilizzare queste informazioni in modo intelligente. Ad esempio, alcune vetture sono in grado di rilevare una guida aggressiva e di intervenire per contrastarla.

Le persone, quando sono nervose, tendono a giocare con la penna in mano. Sulla base di questo concetto Bruns ha realizzato un dispositivo capace di rilevare lo stress ed allertare il paziente invitandolo a calmarsi, e pare funzioni.
I sensori sulla penna sono in grado di misurare i livelli di stress. Dare agli utenti un feedback potrebbe aiutarli a gestire lo stress in modo costruttivo, spiega il ricercatore.
La penna funziona con un dispositivo elettronico ed elettromagneti, capaci di rilevare i movimenti e gli scatti nervosi.
Quando rileva il movimento più rapido associato allo stress, la penna diventa sempre più difficile da spostare. Questo incoraggia gli utenti a muoversi in modo più rilassato, il che a sua volta sblocca anche la penna.
La penna anti-stress è attualmente un prototipo e non (ancora) disponibile per l’acquisto. Il punto è: c’è ancora qualcuno che usa la penna per scrivere? In attesa di una tastiera per ridurre lo stress, aspettiamo la penna!

Per saperne di più su come gestire lo stress:

[Fonte: “Pen to measure and reduce stress”, Delft University of Technology]
[Photo Credit: Miguel Bruns Alonso]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>