Virus dell’herpes cura contro il melanoma

di Valentina Cervelli 0

Curare il melanoma ed il cancro della pelle con il virus dell’herpes modificato e trasformato in un farmaco. E’ questo che indica uno studio condotto dai ricercatori del Cancer Research Institute di Londra e pubblicato sulla rivista di settore Journal of Clinical Oncology.

Nello specifico è il virus dell’herpes simplex ad essere stato modificato per essere trasformato nel T-VEC (Talimogene Laherparepvec). E’ questo il nome del nuovo farmaco prodotto dell’Amgen, una azienda specializzata nella messa a punto di biotecnologie. Il virus è stato modificato per non creare infezione ma per attaccare direttamente le cellule cancerose. Secondo gli studi eseguiti dagli scienziati inglesi il virus, una volta entrato nell’organismo si moltiplica solo nelle cellule del melanoma, stimolando il sistema immunitario a distruggerle. Non solo: l’agente patogeno così modificato porterebbe le difese umane ad andare alla ricerca di tutte le altre cellule presenti nell’organismo.

Una reazione a catena che favorirebbe la scomparsa del cancro dal corpo del malato. Come spiega Paul Workman, uno dei coordinatori della ricerca:

È come se il farmaco svegliasse il sistema immunitario, che poi attacca questo tipo di cellule tumorali ovunque esse si trovino nell’organismo

Lo studio sul farmaco è giunto alla fase III della sperimentazione: i risultati sono considerati incredibili perchè il farmaco messo a punto è riuscito ad intaccare anche quei melanomi arrivati ormai ad uno stato di non operabilità, portando ad una remissione in sei mesi il 16% dei 400 pazienti sottoposti ai trial. Altri 163 pazienti hanno vissuto in media 41 mesi, in pratica il doppio rispetto al gruppo di controllo trattato con terapie tradizionali. Senza contare che gli effetti collaterali del farmaco sono risultati minori rispetto a quelli di chemioterapia e radioterapia. Prima però che che lo stesso possa essere utilizzato e quindi giungere nel mercato lo stesso dovrà passare l’esame della FDA e dell’Agenzia Europea del Farmaco.

Photo Credits | Alexander Raths / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>