Herpes simplex

di Marco Mancini 1

Herpes simplex

L’herpes simplex è un’infezione virale che colpisce soprattutto la bocca o l’area genitale.

CAUSE: Ci sono due ceppi di virus herpes simplex:

  • Herpes simplex virus di tipo 1 (HSV-1) è di solito associato ad infezioni delle labbra, della bocca e del viso. E’ il più comune e molte persone lo sviluppano durante l’infanzia. HSV-1 è spesso causa di piaghe (lesioni) all’interno della bocca, herpes labiale o infezione dell’occhio (in particolare della congiuntiva e della cornea). Esso può anche portare ad infezione del rivestimento del cervello (meningoencefalite). Si trasmette per contatto con la saliva infetta. In età adulta, il 30-90% delle persone hanno anticorpi per HSV-1.
  • Herpes simplex virus di tipo 2 (HSV-2) viene generalmente trasmesso sessualmente. I sintomi comprendono ulcere genitali o piaghe. Tuttavia, alcune persone con HSV-2 non hanno sintomi. Fino al 30% degli adulti hanno gli anticorpi contro il virus. Cross-infezioni di tipo 1 e 2 virus possono avvenire da contatto orale-genitale.

L’HSV può infettare il feto e provocare anomalie. Una madre che è stata infettata può trasmettere il virus al neonato durante il parto vaginale, soprattutto se ha un’infezione attiva al momento del parto. Tuttavia, il 60-80% delle infezioni da HSV acquisite da neonati si verificano in donne che non hanno sintomi di infezione da HSV o una storia di infezione genitale da HSV.

E’ possibile che il virus sia trasmesso anche quando non ci sono sintomi o piaghe visibili. Due terzi delle persone con infezioni genitali da HSV hanno recidive dei sintomi, ed un terzo hanno tre o più recidive all’anno. L’HSV non viene eliminato dall’organismo, ma rimane latente e può riattivarsi, causando nuovi sintomi.

SINTOMI: I più comuni sono:

  • Vesciche o ulcere, il più delle volte sulla bocca, labbra e gengive, o genitali;
  • Linfonodi ingranditi del collo o dell’inguine (di solito solo al momento iniziale dell’infezione);
  • Herpes labiale;
  • Febbre, specialmente durante il primo attacco;
  • Lesioni genitali con una sensazione di bruciore o formicolio;
  • Piaghe alla bocca.

DIAGNOSI: Molte volte i medici possono dire se si ha una infezione da HSV semplicemente guardando le piaghe. Tuttavia, alcuni test possono essere richiesti per essere sicuri della diagnosi. Questi includono:

  • Esame del sangue per gli anticorpi da HSV (sierologia);
  • Immunofluorescenza diretta (DFA);
  • Cultura virale della lesione.

TERAPIA: Alcuni casi sono lievi e non necessitano di un trattamento. Le persone che hanno gravi o prolungati episodi (specialmente se è la prima volta), quelli con problemi di sistema immunitario, o quelli con recidive frequenti possono assumere farmaci antivirali come aciclovir (Zovirax), famciclovir (Famvir) e Valaciclovir (Valtrex).

Le persone che hanno recidive frequenti o gravi casi di herpes genitale o orale possono scegliere di continuare ad assumere farmaci antivirali per ridurre la frequenza e la gravità delle recidive.

PROGNOSI: Le lesioni del cavo orale o genitale di solito guariscono da sole in 7-10 giorni. L’infezione può essere più grave e durare più a lungo nelle persone che hanno una condizione che indebolisce il sistema immunitario. Una volta che l’infezione si verifica, il virus si diffonde alle cellule nervose e rimane nel corpo per il resto della vita di una persona. La recidiva può capitare spesso e può essere innescata dalla luce del sole, febbre, stress, malattia acuta e farmaci o condizioni che indeboliscono il sistema immunitario. Possibili complicazioni possono essere:

  • Eczema erpetiforme;
  • Encefalite;
  • Infezione dell’occhio (cheratocongiuntivite);
  • Infezione della trachea;
  • Meningite;
  • Polmonite;
  • Prolungata e grave infezione in soggetti immunodepressi.

Contattare un medico se si sviluppano i sintomi che assomigliano ad una infezione da herpes. Ci sono molte diverse condizioni che possono causare lesioni simili (in particolare nella zona genitale). Se avete una storia di infezioni da herpes e sviluppate lesioni simili, se non migliorate dopo 7-10 giorni, o avete una condizione che indebolisce il sistema immunitario, avvisare il medico.

PREVENZIONE: Prevenire l’infezione da HSV è difficile perché le persone possono diffondere il virus anche quando non hanno alcun sintomo. Evitare il contatto diretto con una lesione aperta abbassa il rischio di infezione. Le persone affette da herpes genitale dovrebbero evitare il contatto sessuale quando hanno lesioni attive. I comportamenti sessuali più sicuri, come l’uso del preservativo, possono anche ridurre il rischio di infezione.

Le persone con lesioni attive dovrebbero anche evitare il contatto con neonati, bambini affetti da eczema, o le persone con sistemi immunitari repressi, perché questi sono a più alto rischio di malattia più grave. Per diminuire il rischio di infettare i neonati, un parto cesareo è raccomandato per le donne incinte che hanno un’infezione attiva da HSV al momento del parto.

[Fonte: Ny Times]

Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio medico. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.

Photo Credits | Thinkstock

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>