Morbo di Parkinson, incubi violenti un sintomo precoce?

di Paola 1

Potrebbe esserci un’associazione tra gli incubi particolarmente violenti ed il morbo di Parkinson. A dirlo è un recente studio condotto da un’équipe di ricercatori del Dipartimento di Neurologia dell’Hospital Clinic di Barcellona, coordinato da Alex Iranzo, e pubblicato sulla rivista Lancet Neurology.

Gli autori hanno preso in esame un campione di 43 pazienti di età superiore ai 60 anni, tutti affetti da disturbi del sonno REM. Un campione un po’ esiguo per trarne delle conclusioni. Ad ogni modo, gli studiosi ipotizzano che si è più a rischio di ammalarsi  se si urla e ci si dimena spesso nel sonno.
Una persona su cinque oltre i 60 anni, colpita da incubi frequenti, sviluppava Parkinson e altre malattie neuro-degenerative, come la demenza con i corpi di Lewy, nei successivi cinque anni. Inoltre, a distanza di due anni e mezzo dalla diagnosi del disturbo del sonno, il 30% dei pazienti ha sviluppato disturbi neurologici.

[Fonte: Agi Salute]

Commenti (1)

  1. A proposito di cure da effettuare, che per il Parkinson non sono poi così numerose e molte in via di sperimentazione, ho trovato questo video in rete dove si parla dell’unione tra sanità privata e pubblica in un convegno che si è tenuto a Milano ed era presente pure il ministro. Cosa ne dite delle loro proposte?Migliorerà?
    Qui il video: http://www.youimpresa.it/video/camera-news/sanit%C3%A0-integrativa-doc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>