La salute degli anziani: un convegno a Roma

di Cinzia Iannaccio Commenta

 

L’Italia invecchia e neppure tanto male secondo i recenti dati dell’Osservatorio Salute. Ma molta strada c’è ancora da fare per rendere questa longevità qualitativamente accettabile. Si tratta di un problema sociale che va affrontato nella sua interezza. Questo lo scopo del Workshop Invecchiamento e salute che si terrà a Roma il 7 ed 8 giugno 2010 presso l’Aula Magna del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Piazzale Aldo Moro,7 ).

L’evento è stato organizzato dal giornale telematico Telemeditalia che da sempre si occupa di tecnologie sanitarie, sanità e salute. Molti i temi che saranno affrontati grazie alla presenza dei maggiori esperti italiani: l’aspetto sociale ad esempio, fondamentale perché molto variegato. I nostri nonni sono spesso attivi, pilastri della famiglia, utili grazie al loro tempo libero oltre che alla loro esperienza.

Altre volte invece sono soli, scostanti o impauriti rispetto al mondo che li circonda. Alcuni tendono a curarsi e svolgono una minima attività fisica, altri purtroppo si lasciano andare alle terapie farmacologiche del sintomo momentaneo. L’incontro romano si occuperà quindi delle principali patologie della vecchiaia: dall’igiene all’alimentazione nel contesto dei corretti stili di vita, ma anche e soprattutto di prevenzione di alcune malattie e di assistenza sanitaria primaria.

Dato l’indirizzo del giornale che organizza l’evento, uno spazio particolare sarà dedicato alle cosiddette gerontotecnologie (dai dispositivi medicali alla telemedicina e teleassistenza). Ed ancora si affronteranno i temi della sessualità, della terapia del dolore cronico, della riabilitazione (anche grazie al supporto di nuove apparecchiature robotiche ad esempio!). Verranno inoltre analizzati i ruoli delle singole Istituzioni, delle Università per la terza età, le organizzazioni delle Case di Riposo e delle Residenze Sanitarie Assistenziali.

Insomma la salute della terza età vista da ogni possibile angolazione. Sarà possibile fare un serio punto della situazione e proporre concretamente nuove soluzioni. Tra queste, la costituzione di un Osservatorio permanente sulla condizione dell’anziano in Italia.  L’incontro è aperto gratuitamente a tutti coloro che vorranno dare un contributo o anche semplicemente ascoltare. Per maggiori informazioni ed il programma dettagliato è possibile consultare il sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>