6 consigli per evitare intossicazioni alimentari a Natale

di Valentina Cervelli Commenta

Ecco 6 consigli per evitare intossicazioni alimentari con la cena di Natale. Di solito i pasti delle feste sono luculliani ed elaborati. E’ bene seguire alcuni piccoli accorgimenti al fine di renderli il più possibile salutari per non sentirsi male.

1. Cibi semplici e sani

La ricerca di gusti particolari deve portare a ricordare che i piatti della cena di Natale non devono solo essere buoni ma anche sani. Per questo motivo bisognerebbe sia favorire il consumo di cibi semplici che evitare quello di insaccati o conserve che potrebbero dare vita, se mal confezionati, ad intossicazioni alimentari come il botulino.

2. Igiene al primo posto

E’ importante favorire un rispetto totale dell’igiene al momento della preparazione della cena di Natale. Lavarsi bene le mani prima di maneggiare gli alimenti e cuocere tutto in modo corretto rende possibile abbassare al massimo qualsiasi contaminazione batterica.

3. Attenzione a salmonellosi e stafilococco

Salmonellastaphilococcus aureus sono batteri che con maggiore facilità possono causare intossicazioni alimentari nelle persone che cucinano e consumano alimenti a Natale. Per evitare simili contaminazioni basta pulire bene le verdure che si utilizzeranno ed assicurarsi che le materie prime utilizzate, in particolare le uova, provengano da fonte certa.

4. Pesce crudo di qualità

La Vigilia di Natale la gente tende a consumare pesce. Per evitare parassitosi da Anisakis o problemi intestinali, è bene acquistare del pesce e dei molluschi crudi che siano caratterizzati da ottima qualità e corretta tipologia di conservazione fin dalla pesca.

5. Cioccolata con moderazione

I dolci sono una piacevole concessione che ci si fa durante le festività. Ma questo non significa che bisogna dimenticare che in alcuni casi, specialmente il cioccolato, possa causare problemi di allergia o di emicrania.

6. Conservare bene gli avanzi

In questo caso vige quella che è conosciuta come “regola delle 2 ore” : non bisogna consumare cibi avanzati (che abbiamo riscaldato in precedenza o raffreddato, se rimangono a temperatura ambiente per più di 120 minuti. E’ importante congelarli entro questi termini.

Photo Credits | marco mayer / Shutterstock.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>