LE DIETE DEI CAMPIONI DELLO SPORT, SVELATI I SEGRETI

di Redazione Commenta

Per garantire prestazioni di alto livello, la dieta di un atleta professionista deve essere curata nei minimi dettagli. Le stesse squadre investono importanti risorse nella ricerca dei migliori nutrizionisti per i loro assistiti fino ad arrivare, nei casi più estremi, ad assegnare cuochi personali ai giocatori più rappresentativi.

Tuttavia, alcuni professionisti si spingono oltre adottando diete con restrizioni ulteriori ed una maniacale attenzione al più piccolo alimento. Tra questi ci sono alcuni dei più grandi campioni dello sport odierno. Vediamo chi sono ed i loro regimi alimentari.

Source: Flickr

LeBron James – Cleveland Cavaliers, Basket NBA
Se abbiamo imparato qualcosa da LeBron James nel corso degli ultimi anni della sua illustre carriera, è che egli sa come prendersi cura del suo corpo. Una buona alimentazione per l’asso dei Cavaliers è una priorità assoluta.

Durante l’estate del 2014, James ha reso pubblica la sua dieta in cui ha tolto zuccheri, latticini e carboidrati ed ha mangiato carne, pesce, verdure e frutta per 67 giorni di fila allo scopo di perdere peso mantenendo elasticità e velocità nei movimenti. Anche se oggi James è tornato a mangiare carboidrati la sua dieta è rimasta rigida e si basa ancora su proteine magre, carboidrati complessi, frutta e verdura. Unica eccezione? Una torta a base di cavolo!

 

Cristiano Ronaldo – Real Madrid, calcio

 

Seguendo l’esempio di LeBron James anche Cristiano Ronaldo ha adottato lo stesso regime alimentare per perdere peso e massa muscolare mantenendo quella velocità che è il suo marchio di fabbrica. L’obbiettivo dell’asso portoghese è quello di calare di un chilo all’anno, provando a rispondere all’avanzare dell’età con una dieta che esclude zuccheri, latticini e carboidrati. Un fisico meno potente, quindi, per mantenere intatte agilità e rapidità: è questo il nuovo traguardo di Cristiano Ronaldo. Ma l’attenzione ai dettagli non finisce qui e nell’ultimo anno il portoghese, entrato nel team di campioni dello sport della poker, ha deciso di mantenere la mente allenata dedicandosi anche al poker sportivo, una delle attività che mettono più a dura prova la capacità di concentrazione e l’elasticità mentale. Non si tratta infatti semplicemente di applicare regole, ma anche di prendere decisioni strategiche in una situazione in cui le informazioni a disposizione sono parziali, intuendo allo stesso tempo le intenzioni dell’avversario. Pensiero lucido, rapido e strategico sono fondamentali nei tornei di poker, proprio come nei match calcistici.

 

Novak Djokovic – Tennis

Source: flickr.com/photos/la_bretagne_a_paris/5763316676/sizes/l

Circa cinque anni fa il campione serbo Novak Djokovic ha scoperto di esser intollerante al glutine e al lattosio. Un handicap per la sua carriera da professionista? Certo che no. Grazie alle sue doti di perfezionista maniacale, Djokovic ha iniziato a sperimentare su se stesso ogni tipo di alimento che potesse dargli forza ed energia in campo.

Il risultato è un regime nutrizionale che prevede una colazione a base di “super food” (Mirtilli, frutti di bosco, bacche, semi come quelli di lino, di girasole, di sesamo utili perché apportano nutrienti sani e grassi polinsaturi, minerali, vitamine), barrette, centrifugati di frutta, uova, un pranzo con riso o pasta senza glutine con legumi crudi o al vapore ed una cena a base di zuppe, pesce e cibo ad alta digeribilità. Una dieta ferrea in cui non sono permesse eccezioni: basti pensare che l’ultima risale alla vittoria di Wimbledon 2011, momento in cui Novak si concesse una mezza tavoletta di cioccolato. La dieta di Djokovic, abbinata alla pratica della meditazione, gli ha consentito di diventare numero uno al mondo e conquistare ben 12 titoli slam.

 

Tom Brady – New England Patriots, Football americano

Source: Wikimedia commons.wikimedia.org/wiki/File:Tom_Brady8.jpg

 

Tom Brady potrebbe annoverare la dieta più rigorosa nello sport. Il due volte MVP (Most Valuable Player) della National Football League ha raffinato il suo regime alimentare durante tutta la sua carriera da professionista di 17 anni, con la conseguenza di avere una dieta che include solo cibi estremamente sani, non raffinati e ben tollerati dal suo corpo.

Brady evita zucchero bianco, farina bianca, sale iodato, caffè, caffeina, alcol, funghi, prodotti lattiero – caseari, e persino diversi tipi di frutta. Con tutte queste restrizioni cosa mangerà il famoso quarterback? Lo ha rivelato Allen Campbell, cuoco personale di Brady e di sua moglie Gisele Bündchen in una recente intervista dichiarando che l’ottanta percento di ciò che il campione mangia è composto da vegetali freschi e cereali integrali. Il restante venti per cento da carni magre ad alta digeribilità come pollo, anatra e salmone. Unica eccezione? Un gelato a base di Avocado di cui il giocatore sembra essere particolarmente goloso.