Pressione alta si combatte con l’olio di sesamo

di Tippi Commenta

L’olio di sesamo, in combinazione con quello di crusca di di riso sarebbe un valido aiuto contro la pressione alta e il colesterolo, due noti fattori di rischio per le malattie cardiovascolari e l’ictus. È quanto emerso da una ricerca giapponese i cui risultati sono stati presentati in occasione dell’American Heart Association’s High Blood Pressure Research 2012 Scientific Sessions, che si tiene a Washington proprio in questi giorni.

La ricerca, condotta dal dottor Devarajan Sankar, ricercatore presso il Dipartimento di Malattie Cardiovascolari dell’Università di Fukuoka Chikushi Hospital di Chikushino, Giappone, ha coinvolto 300 persone di entrambi i sessi, con un’età media di 57 anni. Tutti i partecipanti, con pressione arteriosa da lievemente a moderatamente alta, sono stati suddivisi in modo casuale in 3 gruppi.

Dai risultati del test è emerso come nelle persone del gruppo che avevano assunto soltanto il farmaco contro l’ipertensione la pressione sistolica fosse scesa di 14 punti, chi aveva assunto solo la miscela di olio di sesamo e di crusca di riso aveva visto una riduzione di 16 punti, mentre i partecipanti che avevano beneficiato sia del farmaco che del mix di oli una riduzione di ben 36 punti. Anche la pressione diastolica, inoltre, era diminuita sensibilmente.

La combinazione di olio di sesamo e di crusca di riso si è dimostrata vincente anche contro il colesterolo. I partecipanti che avevano assunto la miscela di oli, infatti, avevano visto un calo del colesterolo cattivo (LDL) del 26%, e un aumento di quello buono (HDL) del 9,5%. Chi, invece, aveva utilizzato sia il farmaco contro il colesterolo alto e gli oli, aveva riscontrato un calo di colesterolo LDL del 27% e un aumento dell’HDL del 10,9%.

Come ha suggerito l’autore principale dello studio:

L’olio di crusca di riso, come l’olio di sesamo, è a basso contenuto di grassi saturi e sembra migliorare il profilo del colesterolo del paziente. Inoltre, può ridurre il rischio di cardiopatia in altri modi, tra cui essere un sostituto per gli oli meno sani e i grassi nella dieta.

Photo Credits|Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>