Scherzi di primavera: ecco perchè ci sentiamo stanchi!

di liulai 2


Affaticabilità e debolezza muscolare, mancanza di concentrazione, sonnolenza, alterazione dell’umore e del battito cardiaco, disturbi del metabolismo dei carboidrati e della pressione arteriosa. Spesso questi malanni arrivano proprio quando le giornate si allungano e la temperatura è più mite. Alla base c’è tutto un equilibrio minerale che va rispettato.

È, infatti, a tavola che ritroverai la carica. Con quali alimenti? Vediamo. Innanzitutto proteine, presenti nelle uova così come nei formaggi e nella carne. Essenziale è poi anche il ferro, fondamentale per il trasporto dell’ossigeno nei tessuti e presente, oltre che nella carne, anche in alcune verdure come, per esempio, gli . Nella tua dieta non può mancare il potassio, che contribuisce al buon funzionamento dei muscoli e del sistema nervoso: lo puoi assumere mangiando molta frutta, soprattutto banane, kiwi e albicocche. Indispensabili sono anche il pane e il fegato, ricchi in vitamina B6 e magnesio, un minerale che riequilibra il sistema nervoso.



Questo lo trovi anche nel cioccolato amaro, nelle noci e nelle mandorle, nella crusca e nei fagiolini. Chi ha normalmente la pressione bassa risente più degli altri dei cambi di stagione: quando si passa dal freddo dell’inverno al tepore della primavera, la pressione tende ad abbassarsi ulteriormente provocando stanchezza, soprattutto fisica, accompagnata talvolta da debolezza muscolare, tachicardia, vertigini occasionali, mal di testa, ronzii alle orecchie e sonnolenza, soprattutto dopo i pasti.

Un regime sano ed equilibrato risulta fondamentale, soprattutto al cambio di stagione per evitare che la pressione si abbassi troppo. Ecco qualche strategia. Per prima cosa è necessario non far mancare all’organismo l’energia degli zuccheri (soprattutto quella dei cosiddetti carboidrati complessi come pane, pasta e riso). Preferisci questi alimenti, in particolare se integrali, che forniscono energia a lento rilascio e quindi ti mettono per lunghe ore al riparo dai piccoli cali di zuccheri nel sangue. Non dimenticare il sale nella tua dieta, ma senza esagerare.

Bevi molta acqua: un buon ricambio idrico favorisce la perdita di calore corporeo con la sudorazione, limitando la dilatazione dei capillari. Se poi vuoi avere per tutto il giorno tono ed energia fai pure ricorso agli oli essenziali; prova con un po’ di essenza di rosmarino prima di alzarti dal letto e durante il giorno versa tre gocce di olio essenziale di salvia su un fazzoletto: annusalo di tanto in tanto, vedrai, ti tirerà su.

Commenti (2)

  1. durante il cambio di stagione questi sintomi li sento tutti! Oltre che aiutarmi con una sana dieta prendo anche un integratore naturale che mi hanno consigliato in farmacia che si chiama Ristabil e grazie alle proprietà dei suoi costituenti naturali come, tra gli altri, l’eleuterococco, è una bomba di energia per contrastare questi momenti di astenia e affaticamento. Per chi come me soffrisse di mal di primavera sento di consigliarlo. Non ha effetti collaterali tranquilli! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>