Tassa sul cibo spazzatura, l’idea piace agli italiani

di Marco Mancini 7

Qualche giorno fa vi avevamo anticipato della possibilità dell’introduzione di una tassa sul cibo spazzatura. Ebbene, contrariamente alle attese sembra che questa idea piaccia agli italiani. Lo ha stabilito un recente sondaggio pubblicato sul sito ufficiale della Coldiretti secondo cui l’81% degli italiani sarebbe contento se venisse introdotta una tassa sui cibi che fanno male.

L’idea di introdurla in realtà non è una novità tutta italiana, ma questa gabella esiste già in altri Paesi come Francia e Danimarca, ma la richiesta degli italiani è che questo aumento sul cosidetto junk food non vada ad ingrossare le casse statali, ma sia devoluto per incentivare la produzione di cibo sano e a chilometro zero, magari facendone abbassare il prezzo al supermercato.

Tutti sanno che mangiare patatine e salsine varie fa male, ma un po’ il costo inferiore ed un po’ la sensazione di benessere che danno al momento della consumazione fanno sì che i ristoranti come i McDonald siano sempre pieni. E’ normale che, in un momento di crisi, tra un hamburger che costa un euro ed un filetto che ne costa 4, la casalinga scelga di spendere meno. Per questo se il mercato non fa la sua parte, deve intervenire il Governo per tutelare la salute dei cittadini.

Non c’è tempo da perdere nell’affrontare un’emergenza che sta mettendo a rischio il futuro delle nuove generazioni, bisogna scoraggiare il consumo di cibo-spazzatura, mentre deve essere al contempo sostenuto il cibo genuino e locale, a cominciare dalle scuole

ha dichiarato il presidente della Coldiretti Sergio Marini. Ma come funzionerà? L’idea è di seguire l’esempio francese che tassa 7,16 euro per ettolitro le bevande gassate. Dunque una bottiglia da un litro e mezzo di coca cola ad esempio vede un rincaro di 11 centesimi; una lattina invece costa 2 centesimi in più e così via. Il ricavato viene girato alle aziende francesi che producono frullati biologici e yogurt freschi. In Danimarca invece le patatine e le merendine vengono tassate a 2,15 euro al chilo per finanziare l’agricoltura locale.

La Coldiretti inoltre ricorda che questi cibi di conforto, che però sono considerati spazzatura visto ciò che contengono, sono i principali responsabili o fattori di rischio di alcune condizioni mediche come obesità, malattie cardiocircolatorie, diabete, ipertensione, infarto e cancro. Per questo bisogna agire per convincere la gente a fare a meno di queste schifezze e nutrirsi di cibi più sani, che fanno anche bene all’economia italiana.

[Fonte: Coldiretti]

Photo Credits | Thinkstock

Commenti (7)

  1. La classica CRETINATA: Il governo italiano pensa a tassare il cibo spazzatura… e l’idea piace agli italiani? Questo è indice di IGNORANZA alimentare!
    Come si spiega il governo e come si spiegano gli italiani, il fatto che l’attuale sottosegretario alla SALUTE, prof. Cardinale, che è un medico… sia anche obeso? Forse immaginando che il sottosegretario mangi giornalmente ‘cibo spazzatura’! Il medico e sottosegretario alla salute prof. Cardinale è diventato obeso, verosimilmente, mangiando sano… come descritto nel libro: “Mangiare sano e morire grassi” http://www.vitasanas.ch/wp/?page_id=374
    Il libro, infatti, illustra perché s’ingrassa anche mangiando sano e perché non ci sono cibi che fanno ingrassare, se si conosce il proprio metabolismo basale (oggigiorno misurabile in pochi minuti). Conoscendo il proprio metabolismo, si può valutare il proprio fabbisogno calorico (cioè la quantità di calorie che il PROPRIO corpo è in grado di bruciare), che dipendente dal metabolismo e dall’intensità e durata dell’attività fisica (lavoro e tutte le altre attività fisiche), .
    Il fabbisogno calorico, come ben risaputo, varia da persona a persona anche perché ognuno di noi ha un proprio metabolismo basale (in parte geneticamente ereditato) e una propria attività fisica!
    Quindi è illusorio voler combattere l’obesità tassando i cibi spazzatura!? L’obesità la si combatte istruendo NEUTRALMENTE i cittadini! Neutralmente significa, tenendo conto del fatto che è proprio la scienza (e l’industria che la finanzia) as ALIMENTARE la confusione!
    Buon appetito e un sano saluto dalla Svizzera Dr. Leoluca Criscione

  2. sono d’accordo con lei che bisognerebbe istruire le persone a mangiar bene e ad avere uno stile di vita sano, ma come lei saprà sicuramente, non sempre è possibile perché la gente comune non ha né il tempo né molto spesso la voglia di sottoporsi a test o visitare un dietologo. Il discorso poi sul fabbisogno calorico e metabolismo basale, per quanto valido e scientifico sia, di certo non verrebbe compreso da tre quarti della popolazione, non solo italiana ma mondiale.

    Dunque non ci resta che combattere con armi più semplici, ed è evidente che la più semplice di tutte è tentare non tanto di alzare il prezzo dei cibi spazzatura (che è indubbio facciano più male dei cibi sani), che come ha letto nell’articolo, vedono aumentare il proprio prezzo di pochi centesimi, ma più che altro la speranza è di abbassare il prezzo della verdura o altri cibi che non fanno male in modo da invogliare i clienti a comprarli.

    Dopotutto non si può dire che non esistono i cibi che fanno ingrassare perché, come dimostrato da tantissime ricerche, ed anche dal bellissimo film-documentario “Super-size me”, mangiare ogni giorno al McDonald (ma non solo in quei ristoranti) fa ingrassare a vista d’occhio.
    spero sia d’accordo almeno su questo con me.
    Marco Mancini

  3. @ Marco Mancinigentile signor Mancini, non posso essere d’accordo per motivi ‘di funzionalita’ del corpo umano’, Chr non Sa leggere, ma funziona energeticamente, quindi si puo’ dimagrire mangiando cibo ‘spazzatura’ e so ingrassare mangiando sano: Dosis SOLA facit venenum’. circa il metabolismo: Lei ha ragione: tutti ne parlano e in pochi sanno Di. cosa si parla!!?? nel libro “mangiare sano e morire grassi” abbiamo cercato di spiegarlo per ‘i non addetto ai lavori’ Le consiglio La lettura! nel libro trovera’ anche un capitolo “dimagrire con McDonald’s e ingrassare con cibi

  4. @ Marco Mancinigentile signor Mancini, non posso essere d’accordo per motivi ‘di funzionalita’ del corpo umano’, Chr non Sa leggere, ma funziona energeticamente, quindi si puo’ dimagrire mangiando cibo ‘spazzatura’ e so ingrassare mangiando sano: Dosis SOLA facit venenum’. circa il metabolismo: Lei ha ragione: tutti ne parlano e in pochi sanno Di. cosa si parla!!?? nel libro “mangiare sano e morire grassi” abbiamo cercato di spiegarlo per ‘i non addetto ai lavori’ Le consiglio La lettura! nel libro trovera’ anche un capitolo “dimagrire con McDonald’s e ingrassare con cibi mediterranei Buona lettura

  5. @ Marco Mancinigentile signor Mancini, non posso essere d’accordo per motivi ‘di funzionalita’ del corpo umano’, Chr non Sa leggere, ma funziona energeticamente, quindi si puo’ dimagrire mangiando cibo ‘spazzatura’ e so ingrassare mangiando sano: Dosis SOLA facit venenum’. circa il metabolismo: Lei ha ragione: tutti ne parlano e in pochi sanno Di. cosa si parla!!?? nel libro “mangiare sano e morire grassi” abbiamo cercato di spiegarlo per ‘i non addetto ai lavori’ Le consiglio La lettura! nel libro trovera’ anche un capitolo “dimagrire con McDonald’s e ingrassare con cibi mediterranei Buona lettura
    @ Marco Mancini:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>