Dieta chetogenica, cosa mangiare e controindicazioni

di Valentina Cervelli Commenta

Cosa mangiare quando si segue la dieta chetogenica e quali sono le controindicazioni in merito? Scopriamo insieme in cosa consiste quest’ultima ed a che cosa è importante prestare attenzione.

L’alimentazione tipica di questo regime alimentare è caratterizzata da un alto contenuto di grassi, proteine ed una spiccata povertà di carboidrati: un “equilibrio” che spinge l’organismo a bruciare i grassi. Il nome dieta chetogenica dipende dal fatto che l’intero regime si basa sul meccanismo della chetosi, quella condizione che porta la persona a sviluppare una ipoglicemia prolungata. E’ l’insulina una delle grandi protagoniste di questo regime alimentare: il suo livello tende ad abbassarsi in seguito al drastico taglio dei carboidrati e il corpo verrà costretto ad attaccare il grasso corporeo esistente per bruciare l’energia necessaria a funzionare.

Cosa mangiare con la dieta chetogenica

Quali sono gli alimenti che si possono consumare quando si segue una dieta chetogenica? Ovviamente quelli ad alto contenuto proteico come pollo, maiale, agnello,tacchino, pesce, uova e formaggi. E ancora pistacchi, noci, mandorle e pane di segale. Per condire è necessario usare olio extravergine, meglio se a crudo, e devono essere eliminati tutti quegli alimenti che contengono carboidrati o zucchero. E’ necessario quindi rinunciare a pasta, pane, riso, bevande zuccherate, pizza, gelato e anche alla maggior parte dei frutti e delle verdure ad alto indice glicemico. Tra le verdure sono consumabili senza problemi asparagi, funghi, broccoli, sedano, fragole, meloni e avocado.

Controindicazioni della dieta chetogenica

Per quanto la dieta chetogenica consenta di perdere peso abbastanza facilmente essa è da considerare dannosa per la salute, soprattutto se seguita a lungo. Il taglio dei carboidrati può causare vertigini, ipoglicemia e disturbi gastrointestinali soprattutto nei primi 15 giorni. Il colesterolo può salire esponenzialmente ed il forte apporto proteico può affaticare i reni. Prima di seguire questo regime alimentare è bene chiedere consiglio ad un dietologo che possa indicare alla persona la strada giusta da seguire.

Potrebbero interessarti:

Photo Credit | Pixabay

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>