Arriva la biopillola, la rivoluzione dei contraccettivi si farà senza gli ormoni

di Paola 7

Una vera e propria rivoluzione nei metodi anticoncezionali, quella prospettata da una recente ricerca effettuata da un team di scienziati svedesi del Karolinska Institute di Huddinge.
Gli studiosi hanno infatti aperto la strada per la creazione di un contraccettivo senza ormoni, una sorta di biopillola, priva degli effetti collaterali tipici dei comuni dosaggi utilizzati per prevenire gravidanze indesiderate nelle donne.

Il merito dei ricercatori svedesi è stato quello di scoprire l’esistenza di una proteina specifica, denominata ZP3, coinvolta nel processo che conduce lo sperma a legarsi all’ovulo.
E’ proprio accorpandosi con questa molecola, infatti, che il seme maschile riesce a penetrare attraverso la superficie esterna della cellula riproduttiva femminile e a renderla fertile. E la proteina ZP3 è stata identificata proprio nel rivestimento esterno degli ovuli.

Gli scienziati hanno notato, tramite delle analisi condotte su cavie di laboratorio, che le femmine di topo sprovviste della suddetta molecola erano incapaci di essere fecondate ed erano prive dell’involucro cellulare esterno.
Se gli animali sprovvisti di ZP3 sono risultati infertili, al contrario un eccessiva presenza della proteina provocava altresì anomalie evidenti nelle capacità riproduttive.
Queste evidenze hanno portato gli studiosi a nutrire forti speranze sulla possibilità di creare dei contraccettivi biologici, senza ormoni, proprio bloccando l’azione della ZP3 e impedendo, soltanto in via temporanea, che la proteina si leghi allo sperma.

Il segmento di ZP3 osservato nei topi è molto simile nella struttura a quello degli esseri umani, analogia che rende probabile si verifichino anche sulle donne gli stessi effetti contraccettivi sperimentati sulle cavie di laboratorio.
E inizia a prendere piede nella mente dei ricercatori l’idea concreta della creazione di un farmaco, privo di ormoni, che impedisca temporaneamente la formazione del rivestimento della ZP3, bloccando il concepimento.
L’introduzione sul mercato degli anticoncezionali di una biopillola che non stravolga tutto il sistema ormonale dell’organismo rappresenterebbe una svolta senza paragoni nella vasta gamma dei metodi contraccettivi, liberando migliaia di donne degli effetti collaterali delle comuni pillole.
[Fonte: Ansa]

Commenti (7)

  1. come si chiama questa pillla?

  2. magari arrivasse!!!niente più effetti collaterali (?!!)

  3. come si chiama questa pillola? è già disponibile in svizzera e la si puà acquistare con ricetta medica?

    grazie

  4. In italia e in commercio?? Qualcuno sa come si chiama?

  5. Rispondete per favore!

  6. ma le persone che chiedono come si chiama e se è in commercio li legge gli articoli?? è una scoperta scentifica fatta pochi mesi fa… il che significa che dovranno essere fatti tutti gli esperimenti per capire se davvero funziona come dicono… poi x capire come utilizzarla e che composizione dovrebbe avere il suddetto farmaco… poi x vedere teoricamente se quella proteina è convolta in altri processi e quindi una sua assunzione che altri effetti dà sull’organismo… a quel punto forse se non ci sono state scoperte o problemi specifici andrebbe sintetizzato il farmaco e partirebbe la sperimentazione sugli animali…. se tutto va bene poi dovrebbero richiedere ed ottenere la possibilità della sperimentazione sulle persone volontarie… poi se funziona sarà una guerra tra le case farmaceutiche per i brevetti …. e poi forse alla fine avremo il farmaco…. tempo minimo 10 anni -.-

  7. pochi anni* fa scusate l errore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>