Pillolo maschile, fallisce trial per la sperimentazione

di Valentina Cervelli 1

 Cattive notizie per tutti ( e tutte) coloro che attendevano la pillola anticoncezionale maschile. Il pillolo non si farà al momento, almeno quello tedesco per il quale nel 2009 uno studio di verifica era stato sostenuto niente di meno che dall’Organizzazione mondiale della Sanità e dalla associazione no profit Condrad per la salute riproduttiva. A quanto pare il farmaco in questione scatenerebbe gravi effetti collaterali a chi lo assume.

Sono stati gli stessi scienziati dell’Università di Muenster ad annunciare il fallimento del trial a causa di questo “imprevisto”.  La necessità di interrompere lo studio si è palesata non solo per le forti reazione avverse dei volontari, ma anche a causa che in concomitanza di questo verificarsi non fosse stata ancora raccolta nessuna prova certa della validità di questa formula.

Parlando di numeri, la fase di sperimentazione ha coinvolto otto Paesi e 400 volontari di età compresa tra i 18 e i 45 anni con la collaborazione delle proprie partner.  In realtà a livello cronologico, come vi avevamo accennato parlandovi qualche mese fa di una nuova pillola maschile senza effetti collaterali, si è chiusa nello scorso mese di marzo.  Non solo per l’evidente non funzionamento. Un uomo su dieci ha sviluppato stati di depressione, in molti hanno messo su peso, hanno visto fiorire l’acne sui loro visi ed hanno sperimentato una crescita della libido.

Al contrario della formula messa a punto di recente dagli scienziati della Columbia University, basata sulla regolazione dei livelli di vitamina A, priva di ormoni ed assolutamente priva di conseguenze. Il coordinatore dello studio, il dott. Michael Zitzmann ha spiegato che i disturbi aumentavano proporzionalmente all’età del soggetto. Un fattore che non era emerso nei test eseguiti a livello nazionale. Commenta il luminare:

E poi il farmaco ha funzionato nel 90 per cento degli uomini, ma nel 10 per cento abbiamo avuto un esito negativo, che effettivamente è troppo.

Ora, conclude il dottore, bisognerà ripartire da zero.

Articoli Correlati:

Contraccezione, arriva il pillolo senza effetti collaterali

Metodi contraccettivi: le soluzioni a disposizione 

 

Fonte: La Stampa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>