Calo desiderio maschile e disfunzione erettile giovanile, quali cause?

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico
“Salve. Mi presento Sono una ragazza siciliana. Vorrei chiedere un suo parere. Il mio ragazzo soffre da un po di tempo di calo del desiderio e disfunzione erettile. Ha fatto controlli e visite specialistiche. Non risulta nulla tranne l’ormone fsh basso. Vorrei sapere se questo ormone basso può essere la causa del calo del desiderio e disfunzione erettile. Grazie anticipatamente”.

Specializzazione Andrologia
Tipo di Problema ormone fsh

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, andrologo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo. Per contatti diretti Email: [email protected] cell. 3458092414. Riceve a Pompei (Na), in Via Roma,81.

>> Leggi qui tutte le risposte del Dottor Mario Francesco Iasevoli

 

“Salve , le informazioni date sono un pò imprecise per darle una risposta certa. Fsh basso ma quanto? Controlli di che tipo? Comunque in un ragazzo giovane le cause più frequenti di disfunzione erettile sono una prostatite acuta e cronica, un calo del testosterone o altre infezioni delle gonadi. Deve escludere tali condizioni con eco testicolare e prostatica transrettale, spermiogramma, spermiocoltura, urinocoltura, dosaggio di testoterone totale, SHBG, Albuminemia, FSH , LH, Prolattina tempo zero. Inoltre si possono escludere danni organici se la disfunzione erettile non si presenta alla masturbazione o se si verifica erezione spontanea nelle ore notturne. In tal caso si deve protendere verso cause psicologiche. Comunque l’FSH regola la produzione di spermatozoi e non di testosterone quindi non dovrebbe comunque intaccare la potenza sessuale.
Credo che sia il caso di parlane con un andrologo e poi, escluse cause organiche, intraprendere un percorso psicoterapeutico di coppia. Cordiali saluti”

 

 

Se avete altri dubbi o domande da porre ai nostri esperti visitate la pagina dedicata all’invio dei quesiti Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive, ricordando quanto segue:

non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie. Medicinalive ed i medici coinvolti in questa rubrica propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>